Tutti i numeri legati all’attività dell’Ecomuseo

Tutti i numeri legati all’attività dell’Ecomuseo

MONTÀ Nei giorni scorsi la Giunta ha approvato il programma delle attività dell’Ecomuseo per il 2019.
Annualmente all’interno della programmazione condivisa tra il Comune di Montà e l’associazione Ecomuseo delle rocche vengono specificati i compiti e l’impegno economico di ciascun soggetto, nell’ambito del bilancio complessivo del programma di attività presentato alla Regione.

Per quanto riguarda le spese direttamente connesse alle attività (110mila euro) ci sono 32mila euro per il personale esterno (due persone) e per attività di promozione e organizzazione degli eventi; 1.500 euro per il coordinatore delle attività ecomuseali; 12mila euro per la valorizzazione, l’animazione e la creazione di eventi sulla rete sentieristica. Inoltre sono previsti 2.500 euro per l’animazione del centro outdoor Valle delle rocche, 9.500 per la stampa di nuovo materiale promozionale e 1.500 per il Roero folk festival, mentre 6mila euro vanno alla didattica ecomuseale per riguardo al progetto in collaborazione con Aimc di Asti, la rete museale Roero, Monferrato e il Polo cittattiva per l’Astigiano e l’Albese.

L’idea di predisporre un percorso formativo per le classi del Roero è nata durante la Fiera del libro del Roero del 2018 cui hanno concorso tutte le biblioteche e le associazioni culturali del territorio. Per la fortunata rassegna Notturni nelle rocche, che ha il sostegno della fondazione Crc, sono previsti 12mila euro di costi mentre la spesa più consistente (20mila euro) è per il Festival internazionale della canzone al tartufo, che intende valorizzare e rilanciare i canti popolari dedicati al tartufo. Completano le spese 3mila euro per la monografia dei cantastorie di Langa e Roero e la serata di presentazione, 5mila euro per il lavoro di documentazione, ricerca e studio dei contenuti culturali che rappresenteranno il fulcro del futuro museo del tartufo e altri 5mila euro per il censimento dei cani da tartufo e l’organizzazione di giornate a tema dedicate ai cercatori e ai loro animali. A tutto ciò vanno aggiunti 30.100 euro di spese generali di funzionamento per personale, gestione ufficio, interventi di manutenzione ordinaria sulla rete sentieristica, spese bancarie e tasse.

Al totale complessivo della spese (140.100 euro) si dovrà far fronte in questo modo: è stato richiesto alla Regione un contributo di 60mila euro, mentre dalla fondazione Crc arriveranno 2mila euro per i Notturni nelle rocche e altri 10mila dalla fondazione Casa del tartufo bianco d’Alba per il Festival internazionale della canzone al tartufo. Il pareggio di bilancio sarà raggiunto grazie agli 8.100 euro dell’Ecomuseo delle rocche e, soprattutto con i 60mila euro di risorse proprie del Comune di Montà.

Giorgio Babbiotti

Banner Gazzetta d'Alba