Passaggi a livello: l’attesa è lunga e mancano contatti con le Ferrovie

Parcheggi di testata per battere il traffico caotico in tutta la città

QUARTIERI Uniti dalla preoccupazione su temi comuni, i comitati di quartiere della sinistra Tanaro albese (Mussotto, Piana Biglini e Scaparoni) hanno incontrato, lunedì 11 novembre, il vicesindaco, con delega ai quartieri, Emanuele Bolla. Clima disteso ma molto chiare le necessità avanzate dai presidenti di zona, che hanno chiesto risposte in tempi brevi da parte dell’Amministrazione.  Durante un incontro di circa due ore sono state presentate una serie di questioni, in buona parte riguardanti i temi viabilità e sicurezza.  Merita una menzione la scelta dei comitati di far fronte comune, per contribuire alla risoluzione di problemi antichi, progetti chiacchierati e mai portati a termine.

Passaggi a livello: l’attesa è lunga e mancano contatti con le Ferrovie
All’incontro con i quartieri della sinistra Tanaro ha partecipato il vicesindaco Emanuele Bolla.

La viabilità oltre Tanaro, è risaputo, soffre delle lunghe attese ai passaggi a livello. Non fa progressi però il progetto di Ferrovie dello Stato e lo stesso Bolla riconosce che, al momento, non ci sono contatti diretti fra Amministrazione comunale e gestione ferroviaria.  Il vicesindaco è più ottimista sulla bretella del Rondò che dalla zona delle aziende Borio ed Fts dovrebbe condurre alla prima parte del Pip di viale Artigianato: «L’Amministrazione, pur riconoscendo l’onere della spesa, conta molto su questo specifico collegamento. Crediamo che possa dare sollievo al traffico cittadino e intendiamo iniziare la progettazione nel 2020».  Anche sullo sblocco dei lavori per la rotatoria di Scaparoni filtra un moderato ottimismo. «C’è stato un incontro positivo con Anas», dice Bolla, «c’è da parte loro la disponibilità a finanziare l’opera, il Comune procederà all’esproprio dei terreni che la interessano».

Lamentela diffusa e condivisa, quella riguardante la sicurezza. Tante le segnalazioni di atti di vandalismo, piccoli furti e abbandono di rifiuti. Si chiedono più telecamere e il rilancio della figura del vigile di quartiere. Il vicesindaco ha ricordato gli interventi da poco attuati o che, a breve, riguarderanno le tre frazioni: a Mussotto è stata sistemata strada Borghino, si è proceduto a migliorare la segnalazione alla rotonda tra corso Canale e strada Guarene e saranno meglio orientati alcuni parcheggi per ricavarne di nuovi; a Piana Biglini, partono a breve i lavori di rifacimento dei marciapiedi, mentre si sta provvedendo all’allargamento del cimitero condiviso con la frazione Scaparoni.

Alessio Degiorgis

Banner Gazzetta d'Alba