Non si terrà l’edizione 2020 di Vinum ad Alba

Vini solidali in degustazione sabato 27 alla sala Beppe Fenoglio

ALBA Non si terrà l’edizione 2020 di Vinum Alba, prevista per i fine settimana dal 25 aprile al 10 maggio: questa la decisione del primo cittadino albese, di concerto con la Presidente dell’Ente Fiera internazionale del tartufo bianco d’Alba.

«È stata una scelta sofferta perché Vinum è un fiore all’occhiello della città, una rassegna molto cresciuta negli anni che attira migliaia di turisti e appassionati ad assaggiare i nostri vini per le strade e le piazze di Alba», commenta il sindaco di Alba Carlo Bo. «Per questo non possiamo rischiare assembramenti di persone in un momento ancora delicato, quando sarà necessario consolidare i risultati ottenuti dalle restrizioni di oggi».

L’emergenza coronavirus ha travolto il fitto calendario di eventi culturali, sportivi ed enogastronomici previsti in città. L’amministrazione comunale con senso di responsabilità ritiene di non poter fare previsioni, perché oggi l’obiettivo primario è la fine dell’emergenza sanitaria.

«La criticità della situazione attuale richiede serietà e non proclami – prosegue il primo cittadino – quindi oggi è prematuro annunciare misure dettagliate, ma stiamo lavorando intensamente per dare massimo sostegno e supporto alle attività del settore turistico e ricettivo, quando finalmente potremo ripartire».

«Di comune accordo con il sindaco Carlo Bo è stata presa la decisione di cancellare la 44ª edizione di Vinum», dichiara la presidente dell’Ente Fiera Liliana Allena. «Si è tentato fino all’ultimo di ipotizzare uno spostamento di data, ma il perdurare dell’emergenza ha reso inevitabile l’annullamento.
Gli sforzi dell’Ente Fiera, a fianco dell’Amministrazione comunale e degli altri soggetti del sistema turistico albese, sono ora rivolti all’organizzazione della 90ª edizione della Fiera internazionale del tartufo bianco d’Alba. Come ribadito dal Sindaco, c’è la volontà, da parte di enti e istituzioni locali, di dare il massimo supporto alle imprese turistiche del territorio e, seppur nella difficoltà di prevedere ciò che accadrà nel medio periodo, si vuole garantire il massimo impegno affinché la Fiera rappresenti un’importante opportunità di ripartenza. Colgo l’occasione per ringraziare tutti coloro che avevano collaborato per l’organizzazione di Vinum e do loro l’appuntamento al 2021».

Banner Gazzetta d'Alba