Casa di riposo “I Glicini” di Bra: contagiati alcuni dipendenti

Coronavirus: a Casale Monferrato tenda davanti all'ospedale per screening dei casi sospetti 2
Immagine d'archivio

Residenze socio-assistenziali e coronavirus: quando l’infezione entra all’interno di una comunità chiusa, i rischi sono elevati, soprattutto se i pazienti sono anziani, come dimostrano i tanti casi drammatici  registrati in tutta Italia e anche sul territorio cuneese. Tra le situazioni monitorate dall’Asl Cn2, c’è la casa di riposo “I Glicini” di Bra, gestita dalla cooperativa Opera, a due passi dal centro città.  Secondo gli ultimi aggiornamenti dell’azienda sanitaria, per il momento ad avere la certezza di essere stati contagiati sono stati alcuni membri del personale. Di conseguenza sono in corso tamponi a tappeto tra gli ospiti, ancora in attesa di esito. Nei giorni scorsi, tra gli anziani, purtroppo sono stati registrati  alcuni decessi: solo in un caso, la persona deceduta ha manifestato un quadro compatibile con un’insufficienza respiratoria da covid-19. Ma il tampone non era ancora  stato effettuato e quindi non si può affermare che la persona  fosse affetta da coronavirus. Nel caso degli altri decessi, non sarebbero invece stati presenti i sintomi del virus. La struttura è monitorata dall’Asl, in stretto contatto con il Comune.

F.p.

Banner Gazzetta d'Alba