Coronavirus, l’aggiornamento della situazione ad Alba: 43 positivi

Bo: il Giro d’Italia sarà deciso nella tappa che parte da Alba

ALBA In città i residenti attualmente positivi al Coronavirus sono 43 mentre sono quattro i decessi  di persone affette da Covid-19 e sono otto i  concittadini guariti.

«Il numero dei contagi in città è contenuto ma, seppure lentamente, continua a crescere»,  dichiara il sindaco Carlo Bo. «Per rispetto alle nostre vittime, perché non ce ne siano altre e per poter registrare finalmente un’inversione nei dati, dobbiamo ancora mettere in atto i comportamenti corretti e non uscire di casa se non per necessità».

Questa settimana l’Amministrazione comunale ha organizzato la distribuzione delle mascherine ai capifamiglia, ha attivato in sinergia con il Consorzio socioassistenziale Alba-Langhe-Roero e l’associazione Pons il Telefono solidale per informazioni e ascolto (il numero 339-56.33.643
dal martedì al sabato dalle 15 alle 18) e proseguito la consegna dei buoni spesa alimentari per cui sarà ancora possibile presentare domanda fino alle 12.30 di lunedì 20 aprile.

Si ricorda che la domanda può essere presentata da un solo componente per nucleo familiare e che i richiedenti dovranno rilasciare autocertificazione attestante il reale stato di necessità, su cui gli uffici si riservano di fare verifiche anche in un secondo tempo. I buoni spesa possono essere richiesti compilando il modulo scaricabile dal sito www.comune.alba.cn.it , per poi inviarlo all’indirizzo mail comune.alba@pec.legalmail.it, o telefonando agli uffici comunali ai numeri 0173-29.22.43 e 0173-29.22.47, ferma restando la necessaria sottoscrizione del modulo al momento del ritiro del buono spesa.


La diffusione del contagio si può evitare con i giusti comportamenti di ciascuno, pertanto si rammenta di:

  • Non recarsi in ambulatori e punti di erogazione dei servizi sanitari, salvo urgenze, ma di telefonare preventivamente al proprio medico.
  • Riferire con completezza le informazioni su contatti e soggiorni potenzialmente a rischio.
  • Le persone anziane o affette da patologie croniche sono caldamente invitate a non uscire dalla propria abitazione, se non per urgenze, e in tali circostanze a evitare luoghi affollati e contatti stretti con altre persone.

Si ribadisce, nuovamente, l’importanza delle misure di prevenzione igienico sanitaria:

  1. lavarsi spesso le mani;
  2. evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
  3. evitare abbracci e strette di mano;
  4. mantenere in ogni contatto sociale una distanza interpersonale di almeno un metro;
  5. igiene respiratoria (starnutire o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);
  6. evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri;
  7. non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
  8. coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
  9. non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
  10. pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol.
Banner Gazzetta d'Alba