Donazioni raccolte ad Alba per l’Asl Cn2 sfiorano i 100mila euro

Coronavirus Piemonte, il numero dei guariti sale a dieci, diciassette nuovi decessi e 312 ricoverati in terapia intensiva

ALBA Il Comune di Alba ha consegnato questa settimana quasi 100mila euro di donazioni all’Asl Cn2. La raccolta era stata lanciata alcune settimane fa dal sindaco Carlo Bo per supportare chi, da inizio emergenza, è in prima linea per affrontare il coronavirus. Il versamento è solo una prima tranche, visto che la raccolta è ancora aperta e le donazioni sono ancora possibili.

Questo l’Iban: IT 56 R 03111 22501 0000 000 33119. Intestato a: Comune di Alba, servizio di tesoreria e aperto nella filiale Ubi banca di viale Vico  5  ad Alba.
Le donazioni dovranno indicare la causale: Emergenza coronavirus.

Il primo cittadino Carlo Bo commenta: «Ringrazio di cuore chi ha raccolto la sfida e si è mobilitato per sostenere la nostra Asl. Sul conto corrente del Comune sono arrivate donazioni da realtà imprenditoriali, da privati cittadini e associazioni. Tutti sentiamo un debito di riconoscenza verso chi ogni giorno mette a repentaglio la propria sicurezza per curare i nostri malati. Siamo consapevoli del grosso sforzo che si sta facendo nei nostri ospedali. Ogni risorsa in più in mano all’Asl può servire per nuovi dispositivi di protezione, attrezzature, nuova forza lavoro. È una battaglia che possiamo vincere solo restando uniti e continuando a rispettare le limitazioni, soprattutto ora che si avvicina la fase 2 dell’emergenza».

«Ci tengo a ringraziare – dichiara il direttore generale dell’Asl Cn2 Massimo Veglio – a nome personale e a nome della direzione dell’azienda sanitaria, tutti i donatori per la generosità e per l’ingente somma a noi pervenuta. Ci impegniamo a comunicare il modo in cui la stessa verrà utilizzata».

Banner Gazzetta d'Alba