I micun di Belvedere Langhe sono arrivati direttamente nelle case

I micun di Belvedere Langhe sono arrivati direttamente nelle case

BELVEDERE LANGHE  La pandemia in atto ha portato all’annullamento della festa dei micun, ma la comunità di Belvedere Langhe ha comunque ricevuto le tradizionali pagnotte preparate dalla Confraternita dei Battuti bianchi: domenica 26 aprile sono state benedette da don Marco Sciolla e distribuite dai volontari della Protezione civile a ogni nucleo familiare. Il professor Piercarlo Grimaldi, antropologo e cittadino onorario del paese ricorda: «A Belvedere Langhe rimane ancora il modo di dire contacc, che esprime sorpresa, imprecazione, dispetto, noia e deriva da contagg: contatto, contagio, dal latino contactum. Un’espressione che può aiutarci a sottolineare con un sonoro contacc l’inderogabile esigenza di continuare a cuocere i micun».

Banner Gazzetta d'Alba