Completato il trasferimento all’ospedale Ferrero e si festeggia il primo nato

Nel weekend in cui si completa il trasferimento dei pazienti all'ospedale Ferrero di Verduno, si festeggia il primo nascituro nel nuovo nosocomio 3

VERDUNO Domenica 19 luglio, ore 17.49: è la data di nascita di Lorenzo, il primo nato nel nuovo ospedale Ferrero a Verduno. I genitori, Simone e Luana, sono di Montà.

La nascita di Lorenzo è arrivata al termine del fine settimana in cui le attività ospedaliere e i pazienti del San Lazzaro di Alba sono stati trasferiti nel nuovo nosocomio, dove da questa mattina alle 8 è attivo il nuovo pronto soccorso, che fino a questo momento ha registrato 50 ingressi, compresi i pazienti che si trovavano ad Alba.

Nel weekend in cui si completa il trasferimento dei pazienti all'ospedale Ferrero di Verduno, si festeggia il primo nascituro nel nuovo nosocomio 2«Il mio ringraziamento va a tutto il personale, che ha permesso di arrivare a questo risultato, atteso da troppo tempo, ma oggi diventato realtà. Oggi il Ferrero è il nuovo ospedale di Alba e Bra: lavoreremo per risolvere ogni eventuale problematica e raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati», commenta il direttore generale dell’Asl Cn2 Massimo Veglio.Nel weekend in cui si completa il trasferimento dei pazienti all'ospedale Ferrero di Verduno, si festeggia il primo nascituro nel nuovo nosocomio 1

A accogliere i sindaci del territorio, arrivati a Verduno per un momento simbolico di saluto, anche i rappresentanti della fondazione Nuovo ospedale Alba e Bra.

«Grazie al direttore Veglio e a tutto il territorio di Alba e Bra, che, sostenendo la fondazione, ci ha permesso di acquistare attrezzature, arredi e avviare progetti preziosi. Ora si lavori per l’assunzione dei primari e dei professionisti mancanti, così da rendere Verduno un’eccellenza», ha commentato il presidente della fondazione Bruno Ceretto.

Francesca Pinaffo

Banner Gazzetta d'Alba