Al Giro si ritirano due squadre a causa del Covid. Vittorie per Sagan e Demare

Al Giro si ritirano due squadre a causa del Covid. Vittorie per Sagan e Demare
A Rimini il francese Demare ha ottenuto la quarta vittoria di tappa al Giro 2020.

CICLISMO La seconda settimana del Giro d’Italia si è aperta ieri con la prima vittoria di Peter Sagan a Tortoreto e i casi di Covid-19 che hanno colpito l’olandese Steven Kruijswik (Jumbo Visma) e l’australiano Michael Matthews (Sunweb). In seguito all’esito dei 571 tamponi effettuati lunedì nel giorno di riposo, dalla corsa rosa si sono ritirate Jumbo Visma e Mitchelton Scott (la squadra di Yates, trovato positivo nei giorni scorsi, e con quattro casi tra gli uomini dello staff). Un’altra tegola pesante sugli organizzatori, già alle prese con l’incognita del meteo per la terza settimana, che vedrà il Giro affrontare le Alpi. A Tortoreto la Ntt del langarolo Matteo Sobrero ha lavorato duro nel finale per il capitano Domenico Pozzovivo (quarto in classifica generale), attardato da un incidente meccanico, ma bravo a rientrare nel gruppo dei migliori. La tappa di oggi, da Porto Sant’Elpidio a Rimini (182) era adatta ai velocisti e l’ordine d’arrivo lo ha confermato, con la quarta vittoria del francese Demare, sempre più re degli sprinter, che ha preceduto (ancora una volta) Peter Sagan. Sobrero è arrivato al traguardo a circa 2 minuti dal vincitore.

Domani il Giro rimarrà in Romagna, con una tappa di 204 chilometri, con partenza e arrivo a Cesenatico.

c.o.

Banner Gazzetta d'Alba