Scatta il Giro d’Italia. Sobrero: essere al via della corsa è una grande emozione

Scatta il Giro d'Italia. Sobrero: essere al via della corsa è una grande emozione
La Ntt di Matteo Sobrero alla presentazione della corsa. Il corridore albese è il terzo da destra.

CICLISMO Domani, sabato 3, con la cronometro di 15 chilometri da Monreale a Palermo, scatta l’edizione numero 103 del Giro d’Italia e dopo tre anni la nostra zona tornerà ad avere un corridore al via della corsa a tappe più amata dagli italiani. Nel 2017 fu il roerino Diego Rosa (allora in maglia Sky) a rappresentare il ciclismo albese al Giro. Quest’anno è la volta di Matteo Sobrero, 23enne neoprofessionista di Montelupo Albese, tesserato per la sudafricana Ntt. Alla recente presentazione della tappa Alba-Sestriere, al teatro sociale, Sobrero ha dichiarato: «È una grande emozione partecipare al Giro d’Italia al primo anno di professionismo e con una tappa che parte da Alba. Per la classifica puntiamo su Meintjes e Pozzovivo. Il mio obiettivo è di fare esperienza, lavorare per la squadra e portare a termine la corsa». La Ntt schiera, oltre a Sobrero e Pozzovivo, il sudafricano Meintjes (due volte nella top ten al Tour e una volta decimo alla Vuelta), il belga Campenaerts (detentore del record dell’ora), l’eritreo Gebreigzabhier, gli australiani O’ Connor e Sunderland e lo svizzero Wyss. Il sito della Ntt, presentando la squadra al via della corsa rosa sottolinea che Sobrero è un «Corridore da tenere d’occhio» e fa notare che la ventesima tappa parte proprio dalla sua città natale, ossia Alba.

Il calendario stravolto dal Covid, con il Giro a ridosso di Tour e Mondiale e in contemporanea con le grandi classiche del Nord, ha in parte penalizzato la corsa rosa a livello di partecipanti, anche se i nomi di spicco non mancano, a cominciare da Vincenzo Nibali, che punta al terzo successo in rosa, risultato che farebbe di lui il più anziano vincitore del Giro. Tra gli uomini di classifica ci sono i britannici Yates e Thomas, il danese Fuglsang, l’olandese Kruijswik, il russo Vlasov e il colombiano Lopez, mentre tra i cacciatori di tappe spicca il nome del tre volte iridato Sagan, alla prima partecipazione al Giro e ancora a secco di vittorie quest’anno. Tra gli italiani, oltre a Nibali, c’è grande attesa per il neoiridato a cronometro Filippo Ganna, che punta a indossare la prima maglia rosa.

La prova contro il tempo che aprirà il Giro d’Italia 2020 non dispiace neppure a Sobrero, che a cronometro ha vinto lo scorso anno il titolo tricolore Under 23 e quest’anno è arrivato quinto ai Campionati italiani. Il primo a prendere il via sarà l’inglese Dowsett, alle 13.15, l’ultimo sarà il polacco Majka, alle 16.10. Sobrero partirà alle 14.46.

Corrado Olocco

Banner Gazzetta d'Alba