Il vescovo di Alba in visita alla strada dei presepi a Scaparoni

Il vescovo di Alba in visita alla strada dei presepi a Scaparoni 1

ALBA La Strada dei Presepi a Scaparoni è stata una delle poche iniziative che si sono svolte durante il passato Natale, grazie alla possibilità di esporre tante piccole rievocazioni della natività all’aperto, lungo la strada che sale verso la frazione albese. La mostra è stata anche visitata dal vescovo di Alba, monsignor Marco Brunetti.

«È stato un momento di grande emozione e gioia, molto sentito nella nostra comunità», dicono gli organizzatori. «Il vescovo è rimasto affascinato dalle installazioni e dal luogo, a pochi chilometri dalla città, un posto di partenza ideale per passeggiate in tranquillità nella natura. Nel ringraziarci per il lavoro svolto ci ha detto che ama molto i presepi e che ne donerà uno dei suoi. Questa sua visita oltre a essere un supporto spirituale ci fortifica e ci arricchisce di speranza, Incoraggiandoci a continuare nelle nostre attività comunitarie con animo solidale e propositivo».

Il vescovo di Alba in visita alla strada dei presepi a Scaparoni

«La manifestazione, è dedicata e in ricordo di Agnese Buganza una donna come molte altre che ha lottato con tutta la forza contro il cancro e che ha trasformato la sua malattia in una modalità diversa di vita cercando di trarre sempre il meglio nelle situazioni quotidiane», spiegano gli organizzatori del Comitato di quartiere e della Parrocchia.  «Insieme abbiamo realizzato un presepe costruito riciclando le confezioni dei medicinali da lei utilizzati, dei pezzi di stoffa e oggetti che sarebbero stati buttati, dimostrando che tutto può avere una seconda vita, basta saperla intuire e darle un nuovo significato. È stata per noi una grande lezione, perché nonostante la sofferenza ha dimostrato la voglia di pensare ad altro, a realizzare e donare delle cose belle agli altri. Per questo abbiamo voluto dedicare a lei e alle altre donne con medesimi problemi questa iniziativa che sta riscuotendo notevole apprezzamento e che ha visto tante persone giunte a passeggiare in tranquillità in questa bella frazione. Ringraziamo tutti quelli che hanno partecipato alla realizzazione della manifestazione».

Bruna Bonino

Banner Gazzetta d'Alba