Patto per ricostruire il Piemonte: dal Tavolo delle autonomie disponibilità al confronto sui temi

Il presidente Aca Giuliano Viglione nominato nella Giunta nazionale di Confcommercio
Giuliano Viglione è il presidente dell'Aca

PIEMONTE Nella conferenza stampa d’inizio anno il presidente della Regione Alberto Cirio e i componenti la Giunta hanno presentato i cardini del Patto per ricostruire il Piemonte, da mettere in atto con le forze politiche, sociali ed economiche.
Obiettivo del patto è quello di favorire una ripresa per la nostra regione, soprattutto dopo un evento traumatico, tuttora lontano dal suo epilogo, come la pandemia, che ha messo in ginocchio interi settori economici oltre ad aver provocato migliaia di lutti e stravolto la vita e le abitudini di tutti i cittadini.

Si apprende che le direttrici sulle quali si svilupperà l’azione della Giunta piemontese sono principalmente tre: la sanità, gli investimenti del Recovery plan e la programmazione dei fondi europei. Tematiche cruciali che presentano molti interrogativi in attesa di risposte strategiche, per certi versi visionarie. La sanità ha mostrato, in occasione dell’emergenza sanitaria, alcune annose debolezze, mentre gli amministratori locali, la cittadinanza e le imprese attendono speranzosi i fondi del Recovery per consentire al Paese una svolta epocale. I fondi europei restano le uniche risorse pubbliche ancora consistenti e disponibili per consentire investimenti e progettazione nei territori.

«L’Associazione Langhe Roero, Tavolo delle autonomie per il territorio è disponibile a condividere il cammino progettuale che la Regione Piemonte delineerà in queste macro aree tematiche», dichiara il coordinatore del Tavolo e presidente dell’Associazione commercianti albesi, Giuliano Viglione, «garantendo un confronto su ciascuno degli argomenti, specie nelle declinazioni che riguardano più direttamente il nostro territorio».

Banner Gazzetta d'Alba