La Guardia di finanza di Torino sequestra due discariche abusive

Frode da 3 milioni di euro ai danni degli ospedali: i dispositivi venivano sottratto per generare nuovi acquisti 3

SETTIMO TORINESE Da decenni i titolari di due imprese edili locali si servivano di alcuni terreni, un ettaro di superficie in tutto, per depositare materiali inerti, rifiuti pericolosi, speciali e ferro provenienti da demolizioni di edifici. Tremila tonnellate di rifiuti, che dovevano essere avviate verso siti di trattamento che sono stati distribuiti, invece, fra due discariche abusive, sequestrate dalle fiamme gialle del comando di Torino.

Fra i cumuli di materiale è stata riscontrata anche la presenza di fibra d’amianto oltre a oli esausti e residui plastici; nelle due aree gli imprenditori, denunciati, avevano anche costruito capanni abusivi dove erano stati abbandonati alcuni macchinari fuori uso. Immediata la denuncia per  tre persone fra le quali i due impresari: dovranno rispondere delle imputazioni di deposito incontrollato di rifiuti e gestione di discarica non autorizzata, capi d’accusa puniti fino a due anni di reclusione.

Davide Gallesio

Banner Gazzetta d'Alba