L’Anpi di Alba e Bra prepara le celebrazioni per il 25 aprile

Il dramma del 43° reggimento fanteria
I partigiani della brigata Matteotti.

LIBERAZIONE Per la seconda festa della Liberazione condizionata dalla pandemia, l’Anpi (Associazione nazionale partigiani italiani), propone una serie di iniziative virtuali.

Si inizia sabato 24 aprile alle 18.30, in diretta su https://www.facebook.com/libreria.latorre, con la presentazione del volume di Chiara Colombini Anche i partigiani però… edizioni Laterza, 2021. Sarà presente l’autrice e interverrà Barbara Berruti, storica e vicedirettrice dell’Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea Giorgio Agosti di Torino.

Per partecipare cliccare su: https://zoom.us/j/96784353105?pwd=ZkNvQ2RkZEEvdndLeG5TMmVLa2Jmdz09

Domenica 25 aprile alle 10.30: il Consiglio comunale di Alba si riunisce in diretta sui canali social della città per una serie di interventi del sindaco, degli assessori e dei consiglieri comunali e di approfondimenti a cura del presidente dell’Anpi di Alba-Bra e del presidente dell’associazione beato Giuseppe Girotti di Alba.

Nel corso dell’incontro verranno trasmessi i video realizzati dall’Anpi con la partecipazione di sindaci e testimoni del territorio dei Comuni di Alba, Bra, Santo Stefano Belbo-Valdivilla e Treiso. Nel secondo video, i figli di partigiani Margherita Fenoglio, Lorenza Balbo, Sara Chiesa, Paola e Oscar Farinetti leggeranno un brano de Il partigiano Johnny. In giornata, una rappresentanza delle donne Anpi, circolo di Alba, porterà un fiore presso le tombe dei partigiani sepolti nel cimitero albese. L’invito a fare la stessa cosa è esteso a tutti i soci ciascuno nel proprio comune.

A Bra domenica 25 aprile alle 10 si terrà una diretta streaming della commemorazione (visibile a questo collegamento https://www.facebook.com/ComuneBra/). Il sindaco e il presidente del Consiglio comunale renderanno omaggio alla memoria di chi ha lottato per la libertà con la deposizione corona d’alloro e l’intervento dal palazzo Municipale, alla presenza di una rappresentanza delle associazioni combattentistiche e dell’Anpi. Quest’anno il Comune di Bra aderisce alla settimana civica Noi come cittadini. Noi come popolo (19-25 aprile 2021), promossa dagli enti che afferiscono al coordinamento nazionale degli enti locali per la pace e i diritti umani. Nel corso della settimana il sindaco, alcuni consiglieri comunali e assessori e alcuni relatori individuati tramite la scuola di Pace Toni Lucci di Bra, interverranno in videochiamata nelle scuole superiori cittadine per delle lezioni a tema alla memoria dell’ambasciatore italiano Luca Attanasio ucciso in un attentato in Congo a febbraio insieme al carabiniere Vittorio Iacovacci e al loro autista Mustapha Milambo.

A Santo Stefano Belbo, domenica 25 aprile. Come già avvenuto lo scorso anno, le cerimonie di commemorazione innanzi al monumento ai caduti in piazza Umberto I e a quello della II divisione Langhe di Valdivilla saranno trasmesse sui canali social del Comune. «In questi giorni sentitevi liberi di salire al cippo di Valdivilla per un breve momento di raccoglimento, per lasciare un fiore o un pensiero, purché ciò avvenga nel rispetto delle misure anti assembramento», dal messaggio di Lorenza Balbo. Si segnala che la strada provinciale 51 nei giorni feriali è chiusa per lavori nel tratto tra Santo Stefano Belbo e Valdivilla, ma aperta nei festivi.

A Canale venerdì 23 aprile termina la raccolta dei videomessaggi sugli Oggetti R-esistenti che ci hanno aiutato a resistere alla pandemia. Per partecipare visitare la pagina Facebook dell’associazione Franco Casetta o dell’Istituto Resistenza di Asti. Domenica 25 alle 9 su Facebook e YouTube verranno condivisi i contributi inviati mediante videomessaggi; alle 11 è previsto un intervento dell’associazione Franco Casetta su Radio Fujot. Per ascoltare sul web: https://www.twitch.tv/radiofujot. Nel pomeriggio l’associazione Casetta aderirà all’iniziativa nazionale delle strade della liberazione.

A Dogliani, domenica 25 aprile alle 11.15 il sindaco deporrà una corona alle lapidi dei partigiani delle Langhe e delle vittime del bombardamento del 31 luglio 1944 apposte sul Palazzo comunale, al monumento dei caduti e un omaggio floreale al cippo in memoria dei caduti dell’eccidio della Martina del 16 novembre 1944. In collaborazione con la biblioteca Luigi Einaudi, l’Amministrazione comunale pubblica sulla propria pagina Facebook una serie di video realizzati dal regista Remo Schellino. I video raccolgono le voci originali dei testimoni di quegli anni che ricordano i luoghi, i fatti e le figure chiave della Resistenza sul territorio doglianese.

Lino Ferrero

Banner Gazzetta d'Alba