Prorogata la scadenza del Bando distruzione

Numerose le richieste ricevute dalla Fondazione Crc

Prorogata la scadenza del Bando distruzione
Il cavalcavia di Farigliano, una delle opere finanziate lo scorso anno dal Bando Distruzione

BANDO La fondazione Cassa di risparmio di Cuneo ha prorogato al 30 aprile la scadenza per le candidature alla prima fase del Bando distruzione 2021. La data precedentemente fissata era il 26 marzo.

L’ente mette in palio un totale di 500mila euro per interventi di miglioramento ambientale e paesaggistico, da attuarsi tramite azioni di «demolizione, mitigazione ed eliminazione delle incoerenze».

I progetti vincitori riceveranno un finanziamento massimo di 50mila euro ciascuno. Le motivazioni alla base della proroga riguardano le numerose richieste arrivate sul tavolo della fondazione, unite alle difficoltà riscontrate in questo periodo emergenziale.

Dopo questa prima fase del bando, nella seconda ci sarà un coinvolgimento attivo della popolazione, che potrà votare il progetto preferito direttamente su Internet.

Nelle passate edizioni presentati 131 progetti

Negli anni passati, sono stati 29 i progetti vincitori, su un totale di 131 presentati. Tra questi, nel 2020 hanno ricevuto il finanziamento: Bra (mitigazione ed eliminazione delle incoerenze all’ingesso del municipio); Castiglione Falletto (riqualificazione del muro di contenimento, del terrazzo e del parco giochi nel centro storico); Farigliano (miglioramento e mitigazione del cavalcavia d’ingresso al paese); Gorzegno (demolizione dei capannoni e riqualificazione dell’area comunale); Monesiglio (recupero del giardino nel castello Caldera Saluzzo); Neive (riqualificazione del centro storico attraverso la demolizione del fabbricato pericolante della palestra comunale); Saliceto (riqualificazione di piazza San Lorenzo).

Maggiori informazioni possono essere incontrate alla pagina www.bandodistruzione.it.

Davide Barile

 

Banner Gazzetta d'Alba