A Roccaverano riparte il campeggio della provincia di Asti

A Roccaverano riparte il campeggio della provincia di Asti

ROCCAVERANO Sta per riaprire i battenti il campeggio di Roccaverano: l’ente appartiene alla Provincia di Asti e sorge in un luogo incontaminato delle Langhe astigiane, con ampi spazi all’aperto, immersi nella natura. Ad aprire le danze lo short camp, un’esperienza per chi si avvicina, per la prima volta, alla realtà dei campi estivi. Quattro giorni di attività (da mercoledì 16 a sabato 19 giugno) e due novità: il ritorno del tenore astigiano Enrico Iviglia e un laboratorio di cucina, curato da una cuoca professionista. Nel racconto dei gestori, Loredana e il marito Francesco, questa attività «non è solo una questione educativa, ma anche e soprattutto affettiva».

Spiega il presidente della Provincia, Paolo Lanfranco: «In questo ulteriore anno segnato, per i ragazzi e le famiglie, dalla didattica a distanza e le misure anticontagio, il progetto non rappresenta solo un’opportunità educativa, ma anche un momento di svago e socializzazione nella natura e in totale sicurezza». Il campeggio di Roccaverano è il primo ente, in Piemonte, ad avere ricevuto la certificazione Ecolabel, un tipo di attestazione che documenta l’adozione, all’interno della struttura, di pratiche ambientali controllate e certificate.

Il consigliere provinciale delegato alle politiche giovanili, Marco Lovisolo, ha aggiunto: «Alcuni turni di attività hanno già registrato il tutto esaurito: è il caso della proposta Natura e avventura, di percorsi di tiro con l’arco, equitazione e altri ancora». In attesa della partenza delle attività, domenica 6 giugno, è previsto il secondo giorno di porte aperte (dopo quello del 29 maggio), riservato ai visitatori: per accedere occorre prenotare, telefonando al 389-64.43.479 o inviare una e-mail all’indirizzo
campeggiodiroccaverano@gmail.com. È attiva, infine, la pagina Facebook Campeggio di Roccaverano.

Manuela Zoccola

Banner Gazzetta d'Alba