Fine dell’anno scolastico: il sindaco di Alba scrive agli studenti

La Costituzione in dono ai 269 neo diciottenni albesi
Il sindaco di Alba Carlo Bo

ALBA In occasione della conclusione dell’anno scolastico il sindaco Carlo Bo ha scritto una lettera aperta agli studenti.

Cari studenti,

oggi finisce il secondo anno scolastico pesantemente condizionato dalla pandemia.

Lo scorso giugno aleggiava l’ottimismo della riapertura e di un’estate che col caldo pensavamo avrebbe sconfitto il virus.

E invece, voi ragazzi per primi avete pagato a caro prezzo la pandemia, con un’apertura delle scuole a singhiozzo che vi ha lasciato costantemente nell’incertezza.

La scuola, l’istruzione che può darvi, la socialità con gli altri che proprio nelle aule imparate a creare sono fondamentali per costruire la vostra identità.

Per questo, a nome dei tanti “grandi” che per un anno hanno deciso per voi e per il vostro bene, vi chiedo scusa perché non siamo stati in grado di capire le vostre esigenze e di aiutarvi ad affrontare una cosa più grande di voi.

Il problema è che era più grande anche di noi che a voi grandi sembriamo.

Ora vi aspetta una nuova estate che vi auguro sia ricca di esperienze, di condivisioni con gli amici e di crescita personale.

Il futuro è vostro ed è lì che vi aspetta: il mio augurio è di cogliere tutte le occasioni che vi presenterà e il mio impegno da primo cittadino è di darvi il maggior supporto perché questo accada.

Buona estate!

Il sindaco di Alba

Carlo Bo

Banner Gazzetta d'Alba