Donne in gravidanza, secondo la Sigo il vaccino s’ha da fare

Donne in gravidanza, il vaccino s'ha da fare

SALUTE Le donne in gravidanza devono essere vaccinate: lo dice la Sigo (Società italiana di ginecologia), basandosi sui più recenti dati scientifici. L’esigenza di scrivere un comunicato sull’argomento deriva dai disagi sofferti dalla categoria: in molte occasioni è accaduto alle gestanti di recarsi al centro vaccinale e vedersi negare la somministrazione della dose. Si legge nella nota: «La Sigo interpreta e condivide il disagio attuale delle donne e porta all’attenzione pubblica e delle istituzioni il momento di grandissima confusione e di scarsissima informazione che le donne vivono per tutto quello che riguarda l’evento riproduttivo e la vaccinazione anti Covid-19».

Inoltre, affermano i ginecologi, «riceviamo quotidianamente e-mail di donne confuse, che hanno avuto le informazioni più disparate, non corrispondenti assolutamente al vero, sia nei siti di vaccinazione, sia dai curanti, o che hanno ascoltato “raccomandazioni” dai sedicenti esperti che appaiono ogni giorno in video».

Tra i punti elencati dall’ente a cui fanno capo i ginecologi italiani, è ricordato come non esistano controindicazioni alla vaccinazione in gravidanza così come durante l’allattamento e la contraccezione ormonale. Particolare risalto è dato al fatto che, secondo gli specialisti, a parità di età andrebbero vaccinate prima le donne in gravidanza, considerata categoria a rischio, rispetto a quelle che non lo sono.

L’appello della Sigo è rivolto alle istituzioni, affinché possano mettere in atto una corretta campagna informativa per tutte le donne in età fertile. Mantenerle in uno stato confusionale su questo argomento, infatti, «rappresenta un grosso deterrente alla natalità».

d.ba.

Banner Gazzetta d'Alba