Ecomaratona del Barbaresco con iscritti di grande valore

Ecomaratona del Barbaresco
Foto di repertorio, edizione 2019

ALBA Domenica 24 è in programma la dodicesima edizione dell’Ecomaratona del Barbaresco e del tartufo bianco d’Alba promossa da Triangolo sport: sono previsti circa 500 corridori. La partenza sarà alle 9 da piazza Miroglio, ad Alba, dietro il duomo, dove sarà collocato anche lo striscione d’arrivo.

Una corsa che ritorna nella sua forma originale dopo un 2020 che ha visto una variazione nel percorso a causa della pandemia: «Il settore è in sofferenza. Molte gare vengono accorciate. Siamo uno dei pochi eventi mai sospesi e quest’anno faremo ritorno nel centro storico di Alba», ha affermato l’organizzatore Massimo Casagrande.

Due i percorsi: maratona (42,195 chilometri), la gara regina che attraversa i quattro Comuni di produzione del Barbaresco Docg (Alba, Barbaresco, Neive e Treiso) e mezza maratona (21 km).

La corsa, collinare e impegnativa, si svolge su strade asfaltate, su sterrato e con tratti di sentieri in erba e in vigna e alcuni passaggi in pendenza che potrebbero richiedere un’andatura al passo. Dal punto di vista tecnico, a parte alcuni tratti, è da considerarsi un percorso relativamente veloce. Il dislivello della maratona è di circa 800 metri, quello della mezza maratona di 300.

Al vincitore verrà consegnato il trofeo d’artista realizzato dal campione di pallapugno Massimo Berruti, mentre il primo dei maratoneti albesi riceverà il premio Club 42,195 e il primo della provincia di Cuneo quello intitolato ai caduti del secondo Reggimento Alpini.

Tra i favoriti di quest’anno spicca il nome di Bernard Dematteis, azzurro di corsa in montagna, che dovrà difendersi da Lorenzo Perlo (Avis Bra gas), già vincitore di 4 edizioni, e Matteo Vecchietti (Atletica Val di Cembra, trionfatore nel 2020). Da segnalare la presenza del norvegese Odd-Bjørn Hjelmeset, campione del mondo di sci di fondo sui 50 chilometri a Sapporo 2007, che conferma il ritorno di atleti da tutta Europa.

l.g.

Modifiche alla viabilità 

Per consentire lo svolgimento della 12ª Ecomaratona del Barbaresco e del tartufo bianco d’Alba 2021 sono istituiti:

  • il divieto di sosta con rimozione forzata in:
    • piazza Vittorio Veneto, dalle 6 alle 10 di domenica 24 ottobre;
    • piazza Miroglio, dalle 6 di sabato 23 alle 19 di domenica 24;
    • piazza Rossetti, dalle 6 alle 19 di domenica 24;
  • il divieto di transito veicolare in:
    • piazza Vittorio Veneto e via Govone, dalle 6 alle 10 di domenica 24 ottobre;
    • piazza Miroglio, via Acqui (tratto tra via Balbo e piazza Miroglio), via Giraudi (tratto tra via senatore Como e piazza Miroglio), dalle 6 di sabato 23 alle 19 di domenica 24;
    • via Vida (tratto tra via Govone e piazza monsignor Grassi), dalle 6 alle 16, di domenica 24.

È previsto il doppio senso di circolazione veicolare per i soli residenti e le attività insediate nelle zone interessate dalla chiusura.

È possibile l’inversione del senso di marcia veicolare della salita Marconi dalle 8 alle 19 di domenica 24 ottobre.

Banner Gazzetta d'Alba