700mila euro per un sostegno economico a famiglie in condizioni di fragilità 

700mila euro per un sostegno economico a famiglie in condizioni di fragilità  1

CUNEO Un salvagente per le famiglie colpite dalla crisi economica legata alla pandemia è stato lanciato dalla fonazione Crc che affida 700mila euro alla rete delle Caritas diocesane e ai gestori dei servizi sociali della Granda, collaborando con fondazione San Martino e l’associazione Ali spiegate di Bra.

Il progetto Famiglia e welfare si rivolge a cittadini residenti in provincia di Cuneo la cui condizione economica si è modificata per la riduzione o l’interruzione delle attività lavorative a causa dell’emergenza Covid-19, a quelli che non hanno potuto accedere a misure economiche nazionali, regionali e locali promosse per far fronte alla crisi o che, nonostante il sostegno ricevuto, non sono in grado di far fronte autonomamente alle spese per il sostentamento famigliare o per la gestione dell’attività lavorativa, anche autonoma. I beneficiari verranno anche inseriti in un percorso di monitoraggio e verifica.

Chi è interessato a fare domanda può contattare il numero telefonico 353-43.12.210 (il martedì dalle 9 alle 12 e il venerdì dalle 15 alle 18) o rivolgersi ai referenti delle varie zone: l’elenco completo è sulla pagina web www.fondazionecrc.it/famigliaewelfare.

«Questa iniziativa nasce dalla constatazione che l’emergenza sanitaria continua a generare notevoli problemi socio-economici a cittadini, famiglie, piccole imprese, lavoratori autonomi e piccoli professionisti della nostra provincia», dichiara Davide Merlino, consigliere di amministrazione della fondazione Crc. «Famiglia e welfare nasce proprio con l’obiettivo di non lasciare indietro nessuno e si realizza grazie all’ampia collaborazione degli enti che ogni giorno lavorano su questi temi e che hanno accolto l’invito della fondazione».

Le due tipologie di sostegno

Alleanza 2.0 prevede contributi a fondo perduto per la copertura delle spese per l’abitazione e la gestione famigliare a seguito dell’aggravarsi di condizioni personali e lavorative causate dall’emergenza sanitaria.

Alleanza locazione prevede contributi a fondo perduto ai locatori che applicano una temporanea riduzione del canone di locazione per immobili ad uso abitativo a famiglie in difficoltà causa emergenza sanitaria. La copertura prevista ammonta al 50% della riduzione applicata, fino ad un massimo di un anno per un importo massimo complessivo di 1.200 euro per singola locazione.

«Grazie alla sensibilità e al sostegno economico della fondazione Crc è stato possibile avviare nuovamente questa iniziativa che ha già avuto, con successo, una sua prima realizzazione conclusasi nella primavera 2021. Le Caritas diocesane, i servizi socio assistenziali e la fondazione San Martino hanno concordato di proseguire nell’unire risorse, esperienze e professionalità a sostegno delle persone e famiglie che, causa dell’emergenza Covid, sono ancora in difficoltà nel gestire l’ordinaria vita familiare e lavorativa», affermano i partner del progetto. «Saranno valutate le diverse situazioni di fragilità verificandone lo stato di bisogno, in modo che l’aiuto offerto da questa iniziativa contribuisca a sollevare dalla crisi famiglie, piccoli imprenditori, lavoratori autonomi. La fondazione Crc mette così in campo un ulteriore prezioso strumento per affrontare il notevole disagio sociale ed economico provocato dall’emergenza Covid anche nella nostra provincia».

Banner Gazzetta d'Alba