La partenza della luce natalizia con gli scout albesi

La partenza della luce natalizia con gli scout albesi 1

ALBA Sono partiti sabato 18 dicembre, a mezzogiorno, dalla parrocchia di Santa Margherita ad Alba, per arrivare il giorno dopo a Limone: 100 chilometri, 11 tappe e un grande messaggio di fratellanza, grazie alla luce di Betlemme. Anche quest’anno i gruppi scout della provincia hanno rinnovato la tradizione della luce della pace natalizia, una fiamma che tutti gli anni viene accesa nella Grotta della natività, trasportata in aereo in Austria con la massima sicurezza e poi distribuita in tutta Europa grazie allo scoutismo.

Recuperata a Salisburgo, la luce ha cominciato il suo viaggio in Italia, con staffette di giovani che con mezzi e a piedi la portano da Nord a Sud, pronti ad accendere le candele di chi li incontra lungo il percorso. Quest’anno, in particolare, arriverà fino a Lampedusa. Per la prima volta, i gruppi scout della Granda, in particolare i Rover e le Scolte, hanno deciso di organizzare una staffetta condivisa, da Alba a Limone.

La scelta della meta finale non è casuale: «Lo scorso anno Limone e la Val Roya hanno vissuto un grande disastro ambientale: vorremmo portare l’attenzione sull’importanza di prenderci cura del Pianeta, facendo ciascuno la propria parte, come insegna papa Francesco nell’enciclica Laudato si’. E poi Limone è una terra di confine, le zone che più di tutte si trovano ad affrontare problemi come la diminuzione della popolazione e che da sempre vedono transitare persone che passano da un Paese all’altro alla ricerca di un futuro migliore: la luce è per tutti un messaggio di speranza e di fraternità», dicono gli scout cuneesi.

Francesca Pinaffo

La partenza della luce natalizia con gli scout albesi

 

Banner Gazzetta d'Alba