Un progetto per riscoprire e valorizzare il fiume Bormida

Un progetto per riscoprire e valorizzare il fiume Bormida

GORZEGNO «Dopo anni di allontanamento dal fiume, oggi si cerca un riavvicinamento». È quanto ha pensato il sindaco di Gorzegno Marco Chinazzo, quando gli è stato proposto il progetto “Attraverso Labormida: ecosistemi e cambiamenti lungo il fiume”, uno dei vincitori del bando Mindchangers promosso dalla Regione e cofinanziato dall’Unione europea. Il finanziamento è di 45mila euro.

Il bando, che affronta i temi del cambiamento climatico e della transizione ecologica, è stato vinto grazie al progetto ideato dal collettivo Unterritorio, composto da Davide Vero, Giorgia Greco e Mattia Zambianchi. Il progetto vede Gorzegno come capofila e coinvolge altri otto Comuni (Bergolo, Camerana, Cortemilia, Levice, Monesiglio, Prunetto, Saliceto e Torre Bormida), oltre a Protezione civile di Cortemilia, associazione Officine Ianòs, Aica, Parco culturale alta Langa, Archistart, Politecnico di Torino e la sezione di Cortemilia dell’istituto Piera Cillario Ferrero. «Vorremmo che il fiume, da simbolo di morte, fosse simbolo di vita», afferma Chinazzo.

Nel 2022 70 studenti del Cillario saranno coinvolti nella produzione di contenuti didattici denominati “Storie di fiume”. Gli studenti di architettura del Politecnico di Torino e di altre facoltà italiane e internazionali parteciperanno alla realizzazione di allestimenti con materiali riciclati e di recupero. Nella fascia 19-35 anni saranno coinvolti architetti, designer, agronomi e urbanisti per un concorso di idee per lo sviluppo della Valle Bormida, che verrà ora pubblicato su www.archi start.net. Per altre informazioni sul progetto: info@unterritorio.it, oppure rivolgersi al Comune di Gorzegno.

Federico Tubiello

Banner Gazzetta d'Alba