La Morra, senza revisione e assicurazione, non si ferma all’Alt della Polizia Locale

Un uomo di 38 anni alla guida di un veicolo di grossa cilindrata senza revisione e assicurazione non si ferma all'Alt della Polizia Locale, denunciato alla Prefettura di Cuneo

A La Morra, senza revisione e assicurazione, non si ferma all'Alt della Polizia Locale 1

LA MORRA Durante un normale posto di controllo sulla circolazione stradale da parte di una pattuglia del Comando di Polizia Locale del Comune, tramite l’ausilio di apparecchiatura per la rilevazione elettronica dei veicoli in grado di verificare potenziali irregolarità relative alla copertura assicurativa, alla revisione e identificare i veicoli oggetto di furto, veniva ordinato di fermarsi a un veicolo di grossa cilindrata, segnalato come non assicurato e con revisione scaduta.

Alla vista degli operatori il conducente non ha arrestato il veicolo proseguendo la sua marcia per cercare di evitare il controllo. Il responsabile, un uomo di 38 anni residente in provincia, è stato rintracciato e denunciato alla Prefettura di Cuneo per il mancato rispetto dell’Alt. Allo stesso sono state riconosciute le violazioni riguardanti la mancanza di copertura assicurativa e della revisione.

Il Comando lamorrese, coglie l’occasione per ricordare che non fermarsi all’Alt di un operatore di Polizia comporta una sanzione e il pagamento di un’ammenda che va da 87 a 344 euro e la sottrazione di tre punti sulla patente, mentre circolare senza copertura assicurativa, o con la stessa scaduta, porta a una sanzione che va da 866 a 1.732 euro, il sequestro amministrativo del veicolo e la perdita di 5 punti sulla patente di guida.

Infine, circolare senza revisione o con la stessa scaduta, comporta una sanzione che va da 173 euro a 347 e la sospensione del veicolo dalla circolazione.

«Il Comando di Polizia Locale continua a dimostrare le sue capacità monitorando le presenze turistiche e ponendosi con spirito intraprendente e persuasivo nelle situazioni critiche. Siamo ben consci che il ruolo degli Agenti con il contatto più diretto, quotidiano e costante con i cittadini è sempre più complesso. Soprattutto nella società odierna in cui le risposte devono essere immediate e in cui diffuse sono la mancanza di rispetto e l’offesa», commento la sindaca Marialuisa Ascheri su quanto accaduto.

Banner Gazzetta d'Alba