Ultime notizie

Picnic d’inizio estate sulla collina di Viatosto ad Asti

Solstizio d'estate: il Comune di Asti invita i cittadini al picnic nel Bosco degli astigiani

AGGIORNAMENTO A causa del maltempo previsto, è stato rinviato il picnic d’inizio estate in programma oggi, venerdì 21 giugno, nel tardo pomeriggio, sulla collina di Viatosto, ad Asti. L’appuntamento, aperto a tutti, si terrà venerdì prossimo, 28 giugno, nello stesso luogo e con le stesse modalità, sempre a partire dalle 18.30. Il Comune, d’intesa con l’associazione Astigiani e l’istituto Agrario Penna, rinnova l’invito alla cittadinanza a partecipare all’evento per dare il benvenuto alla nuova stagione.

m.z.

ASTI Un picnic collettivo d’inizio estate per dare il benvenuto all’arrivo della nuova stagione. L’appuntamento, aperto a tutti, si terrà venerdì 21 giugno, alle 18.30, sulla collina di Viatosto. Il Comune, d’intesa con l’associazione Astigiani e l’Istituto agrario Penna, invita la cittadinanza a partecipare all’evento, che sarà arricchito dall’esibizione dell’ensemble musicale degli studenti del Monti.

Una merenda sinoira cui possono partecipare intere famiglie, nonni, bambini e gruppi di amici: basta portare coperte, plaid o lenzuola da stendere sul prato e cesti con le vivande più indicate per l’occasione. Via libera, quindi, a frittate, salumi, formaggi e torte. Ci sarà anche un tavolo della condivisione e del libero baratto tra le specialità gastronomiche portate dai partecipanti. In caso di maltempo, l’evento si terrà nei locali della mensa del Penna.

Salendo dalla rotonda dell’ospedale Cardinal Massaia al cortile dell’istituto Penna, si verrà accolti all’ingresso dall’Agrivan della scuola e gli studenti offriranno frittelle di benvenuto. Sarà aperta la cantina dell’istituto, che vende vini dell’azienda didattica La favorita. Ci saranno, inoltre, i vini dell’azienda agricola biologica La torre di Viatosto, prodotti nei vigneti e ispirati da Vittorio Vallarino Gancia, che hanno ridisegnato il panorama attorno alla storica chiesetta. A un centinaio di metri, passando sul ponte sopra l’autostrada, si arriva al vasto terreno collinare, di proprietà della Banca d’Asti, che lo ha ceduto al Comune in comodato d’uso gratuito con una convenzione, approvata all’unanimità dal Consiglio comunale a novembre. Sul punto più alto del terreno si trovano quattro bandiere: quella multicolore della pace, il drappo dell’Unione europea, il tricolore italiano e lo stendardo con i colori del Comune di Asti. Accanto al pennone sta crescendo la giovane quercia Astesana, il primo albero messo a dimora sul terreno che diventerà il bosco degli astigiani: 52mila metri quadrati in un unico vasto appezzamento collinare con vista su Viatosto, destinato a trasformarsi nel più grande parco pubblico cittadino.

Il sindaco della Città di Asti Maurizio Rasero e l’assessore comunale Loretta Bologna hanno ricordato: «Il Comune ha lanciato un concorso di idee, aperto ad architetti, paesaggisti del verde, dottori agronomi e alle scuole, per arrivare quanto prima al progetto esecutivo del parco». Il terreno è confinante con le vigne didattiche gestite dall’Istituto Penna. Garantendo piena adesione al progetto, il preside Giorgio Marino ha detto che: «La  scuola darà il proprio apporto di esperienze e si pensa, inoltre, alla realizzazione di un anfiteatro naturale per concerti e manifestazioni, che potrà essere l’aula magna all’aperto dell’istituto stesso».

L’invito all’evento è rivolto in modo particolare ai soci sostenitori dell’associazione Astigiani, che hanno sottoscritto l’azionariato verde lanciato dall’omonima rivista (da cui era stata lanciata la proposta visionaria nel 2020) e idealmente comproprietari del Bosco. Intanto, continuano le adesioni che hanno raggiunto quota 200. Il presidente Piercarlo Grimaldi e il direttore Sergio Miravalle hanno ricordato: «La nostra associazione ha garantito un contributo di 10mila euro l’anno per un triennio, al fine di favorire la nascita del bosco e attrezzarlo. Immaginiamo anche la nascita di un gruppo di volontari quali simbolici guardiani del futuro parco, di cui si prenderanno cura». L’associazione offrirà ai partecipanti al picnic un assaggio di carpione, in vista dell’avvio del campionato del mondo che si disputerà quest’estate in decine di ristoranti e locali piemontesi.

Manuela Zoccola

Banner Gazzetta d'Alba