Aziende alla ricerca di giovani talenti

Più di 1400 candidati, 51 talenti selezionati, 33 dei quali hanno poi trovato un’occupazione e 30 aziende coinvolte. Sono questi i numeri che descrivono il successo delle prime due edizioni di Hr campus Granada, il progetto promosso da Professione lavoro che mira a far incontrare giovani di talento della provincia di Cuneo con le imprese del territorio.

La terza edizione del campus, in programma a Pollenzo presso l’Albergo dell’Agenzia (Università di Scienze Grastronomiche) il 26, 27 e 28 novembre, si articolerà in un vero e proprio confronto tra candidati e aziende e, novità della nuova edizione, in una serie di tre workshop in programma il 10 e 24 ottobre e l’8 novembre alla Mondo di Gallo, alla Merlo di Cervasca e alla Cassa di risparmio di Fossano. Il 22 novembre si svolgerà inoltre un main event alla Ferrero di Alba, dedicato alla valorizzazione delle competenze e delle esperienze degli over 45. Inoltre hanno aderito al progetto anche Michelin, Ferrero legno, Gec, Gino, Opm, Giletta, Fisioline.

«Quest’anno Hrcampus Granda non vuole essere solo un meeting tra aziende e giovani talenti alla ricerca di un’occupazione – afferma Roberto Verano, responsabile del progetto ma anche un format innovativo in cui, attraverso workshop ed eventi specifici si possa sensibilizzare il territorio affinché si attivino sempre di più tematiche di sviluppo organizzativo».

Altra novità è Hrcampus Granda sport, dedicato agli iscritti di tutte le associazioni sportive, allenatori e genitori compresi. «Lo sport è un importante momento di formazione della personalità di ogni giovane», aggiunge Corrado Caviglia, presidente di Professione lavoro. Durante l’attività sportiva sono sviluppate le potenzialità fisiche e psichiche, viene favorita la creatività e sviluppata la responsabilità, è sollecitato lo spirito di cooperazione e il rispetto delle regole, proprio come in azienda. Hr campus Granda sport può essere un supporto utile per allenatori, tecnici e genitori nell’aiutarli a sviluppare le competenze relazionali, di gestione del gruppo e per fornire loro uno strumento di valutazione delle performance psicologiche e comportamentali dei ragazzi, tirando fuori il talento di ognuno. Inoltre, crediamo che l’iniziativa sia utile per sensibilizzare i genitori sul tema della gestione delle aspettative nei confronti dei propri figli».

Banner Gazzetta d'Alba