Conto alla rovescia per il Bagna cauda day

Sabato 10, serata con la bagna caoda alla bocciofila di Lequio Berria

ASTI Si sta avvicinando il Bagna cauda day 2015. La festa che celebra il tipico piatto piemontese si celebrerà il 20, 21 e 22 novembre. I primi fujot saranno accesi venerdì a cena, poi sabato e domenica a mezzogiorno e alla sera. L’iniziativa promossa dall’associazione “Astigiani” coinvolge cento locali per oltre diecimila posti a tavola, dai ristoranti stellati, alle rustiche osterie alle cantine storiche.

bagna cauda

Partendo da Asti, nel corso delle tre edizioni l’evento  è arrivato a toccare gran parte del Piemonte, oltre a varie località in Italia e all’estero, da New York a Bruxelles e perfino a Tonga, nell’Oceano del Pacifico. L’elenco dei cento locali aderenti è disponibile sui siti  www.bagnacaudaday.it e www.astigiani.it. Le prenotazioni  si raccolgono direttamente nei locali. La formula rimane la stessa: 25 euro a testa per una abbondante bagna cauda, con verdure crude e cotte a volontà, dolce e caffé. Il vino è al prezzo promozionale di 8 euro a bottiglia. Anche quest’anno i commensali riceveranno il tovaglione in stoffa, per questa edizione illustrato da Giancarlo Ferraris. . Molte le altre novità dell’edizione 2015, a partire dall’ironico palloncino “soffia e sorridi” che sarà offerto con il nuovo “Libretto di circolazione” con la ricetta, storia e le testimonianze d’autore della bagna cauda. Confermato anche il kit del dopo bagna cauda con magnesia, dentifricio “Baciami subito”, cioccolatini e altro. Ci sarà anche il “Bagna cauda market” al mercato coperto di piazza Libertà con gli ingredienti per  preparare la bagna cauda.

E Nizza Monferrato, capitale del cardo gobbo,  verdura regina di ogni bagna che si rispetti ospiterà l’anteprima del Bagna cauda day durante i due giorni di “Nizza è
bagna cauda”, il 14 e 15 novembre, mentre a Moncalvo la giovane Pro loco ospiterà l’evento la sera di sabato 21 novembre, nella bella sede di Palazzo Testafochi.

 

Banner Gazzetta d'Alba