A Fossano inaugura la nuova Mandrile & Melis, l’ultima scommessa di Bernocco

A Fossano si inaugura la nuova Mandrile & Melis, l'ultima scommessa di Bernocco

FOSSANO Tre mesi per ristrutturare la sede centrale, il negozio, lo stabilimento produttivo, per riorganizzare la rete di vendita, inventare nuovi prodotti e ridare slancio a un marchio di qualità come la Mandrile & Melis cioccolatini di Fossano.

A metà giugno Gazzetta annunciava in anteprima l’acquisizione dell’azienda fossanese che il 29 settembre sarà inaugurata con una giornata a porte aperte a tutti, dopo l’attento restyling. L’obiettivo dichiarato è quello di superare i 20 milioni di cioccolatini prodotti ogni anno.

«Come imprenditore niente mi regala soddisfazione come prendere in mano aziende che altrimenti sarebbero lentamente scomparse e farle crescere con idee e novità», commenta orgoglioso l’imprenditore cheraschese Giuseppe Bernocco che dopo aver concluso a tempo di record, in meno di un anno, il recupero degli ex stabilimenti Miroglio di corso Asti, oggi polo industriale di eccellenza con marchi come Tcn, Bianco o Thok.

«Dopo l’inaugurazione polo Tcn/Bianco e l’avventura della e-bike Thok cercavo nuove sfide. Le ho trovate quasi per caso, contagiato dalla passione che ho visto nei signori Giuseppe Mandrile e Maria Antonietta Melis nel parlare della loro azienda. Mi ha convinto il racconto delle notti in bianco per studiare un nuovo prodotto, un attaccamento all’azienda che diventa famiglia che a mio parere è uno degli aspetti più caratteristici dell’imprenditoria cuneese, con l’esempio della Ferrero su tutti», precisa Bernocco che aggiunge: «La soddisfazione più grande è stata vedere il signor Mandrile pochi giorni fa, ultimati i lavori di restauro, trattenere a stento l’emozione e la gioia nel vedere il marchio che ha creato negli anni Ottanta rimesso a lustro».

Quanto fatto negli ultimi tre mesi da Bernocco con i soci di minoranza Davide Bono e Andrea Chierotti ha dell’incredibile. Il primo passo è stato rinnovare la sede storica con annesso negozio dove dal 29 settembre sarà possibile acquistare i prodotti di Mandrile e Melis, ma anche di Golosi di Salute, della linea senza glutine Pasticceria Cuneo, di Galup, con la possibilità di comprare a prezzi scontati i prodotti di seconda scelta dell’azienda di Pinerolo. La sinergia tra i vari prodotti sarà totale con marchi che andranno a formare un polo della bontà con radici ben piantate in corso Asti ad Alba, dove rimane il quartier generale della galassia di Bernocco e del socio e amico Sebastiano Astegiano.

Nella seconda fase si è puntato alla ristrutturazione dello stabilimento di produzione per passare in seguito allo studio delle ricette storiche della Mandrile e Melis, alla creazione di un nuovo packaging più moderno e al passo coi tempi e all’invenzione di nuove ricette. Il risultato è la creazione di oltre cinquanta ripieni differenti con o senza alcol oltre ai “cioccogrissini” (grissini ricoperti con un doppio strato di croccante cioccolato) e le “cioccobelle” (torte di cioccolato e nocciole Piemonte intere) al latte e fondenti.

«Abbiamo studiato anche una linea pop “Wow”, in modo particolare per i giovani con un packaging particolarmente accattivante e colori vivaci. I gusti, senza base liquore sono i più disparati, dallo storico Basin di Mandrile e Melis al croccante, fino al pan di zenzero», aggiunge Bernocco.

Novità che hanno portato alla crescita di occupazione fino ai 20 addetti attuali con l’obiettivo di crescere ancora.

«Ho voluto innovare senza stravolgere. A conquistarmi di Mandrile e Melis è stato il clima famigliare che si vive in questa azienda, un clima che ho voluto preservare perché rappresenta un valore aggiunto su una qualità eccelsa, in grado di trasformare un marchio in un’eccellenza. L’invito a tutti i lettori di Gazzetta è a venirci a trovare e a vedere come lavoriamo sabato 29 settembre a Fossano», firmato Giuseppe Bernocco, l’imprenditore delle sfide (im)possibili.

Marcello Pasquero

Banner Gazzetta d'Alba