Enrico Remmert ha vinto il premio Carlo Cocito

Enrico Remmert ha vinto il premio Carlo Cocito

MONTÀ Enrico Remmert, con La guerra dei murazzi (Marsilio), è il vincitore 2018 del trentaduesimo premio Carlo Cocito, dedicato alle raccolte di racconti. Torinese, 52 anni, per l’editore veneziano Remmert ha pubblicato tre romanzi: Rossenotti, La ballata delle canaglie e Strade bianche. Insieme a Luca Ragagnin ha curato una trilogia dedicata a Bacco, tabacco e Venere, tre libri dalle varie anime tra cui il fortunato «elogio della sbronza consapevole».

L’autore è tradotto in numerose lingue e La guerra dei murazzi per il giornalista Lorenzo Mazzoni è uno dei libri più forti, coraggiosi e autentici del panorama italiano. L’opera raduna, in una Torino più magica che vera, una folla di personaggi, ciascuno legato a un destino al quale vuole aderire o dal quale vuole liberarsi: un buttafuori albanese, una ragazza cubana, un parrucchiere giapponese, un gruppo di hooligans inglesi, due serbi allevatori di cani e tanti altri. Con eleganza e senza sentimentalismo, Remmert racconta queste esistenze mostrando il punto in cui diventano incandescenti e si trasformano o bruciano.

Enrico Remmert ha vinto il premio Carlo Cocito 1

Un lavoro che è stato scelto dalla giuria presieduta da Guido Davico Bonino tra le raccolte di numerosi altri autori, compreso l’ex ministro della cultura Dario Franceschini.
La premiazione è in programma per domani sera, domenica 2 settembre, alle 21, nella piazza della vecchia parrocchia e del castello. Remmert sarà intervistato da alcuni membri della giuria, composta, tra gli altri, da Giovanni Tesio e dalla scrittrice Margherita Oggero. L’accompagnamento musicale della serata è stato affidato al trio Everything but the voice formato da Daniele Camera alla chitarra, Daniele Visca al basso e Cristian Longhitano alle percussioni.

Giorgio Babbiotti

Banner Gazzetta d'Alba