Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Il pizzaiolo Stefano Vola ambasciatore della dieta mediterranea

Stefano Vola (a sinistra) con il celebre collega Gino Sorbillo.

SANTO STEFANO BELBO «È stata un’esperienza incredibile salire sul palco con grandi chef del calibro di Heinz Beck e Gianfranco Pascucci o con un grande pizzaiolo come Gino Sorbillo. A osservarci c’erano pure importanti università americane come una certa Harvard…». È visibilmente contento il ventisettenne pizzaiolo di Santo Stefano Belbo Stefano Vola, che in pochi anni ha già fatto un sacco di strada da quando è partito insieme alla sua famiglia con una panetteria nel centro del paese.

Dopo l’apertura della sua pizzeria, sono arrivati premi e riconoscimenti prestigiosi, tra i quali l’inserimento nella guida del Gambero rosso, riconfermato anche quest’anno grazie all’impegno di tutto lo staff. A Roma durante la prima edizione di Expo salus and nutrition, nel quale è stato premiato come ambasciatore della dieta mediterranea, Stefano ha portato una delle sue pizze che meglio coniugano tradizione langarola e innovazione, con un’attenzione particolare all’aspetto nutritivo  (cardine della manifestazione romana): farina con otto cereali fornita dal mulino Marino di Cossano Belbo, verdure cotte al vapore, crema di fagiolo bianco e galletto ruspante al brodo vegetale.

Lorenzo Germano