A Bra si è disputata la terza edizione dei Ludi Historici

A Bra si è disputata la terza edizione dei Ludi Historici 1

BRA  Circa 370 fra liceali della Granda e un folto pubblico si sono ritrovati ieri 29 Marzo a Bra in un  Teatro Politeama sold out per celebrare la terza edizione dei Ludi Historici,  gara di oratoria sulla storia recente ideata ed organizzata dal liceo braidese.

Una qualificatissima giuria ha assistito alle orazioni di cinque “campioni” che rappresentavano il loro liceo ed ha proclamato e incoronato d’alloro “Vir bonus dicendi peritus” (ovvero “persona di valore, ed esperta nel dire”) la studentessa Maria Laurenti del Liceo Peano Pellico, si sono classificati nell’ordine Samuele Bernocco del “Giolitti-Gandino” di Bra, a pari merito Silvia Gandolfo dell’Ancina di Fossano e Julius Rizza dell’Arimondi Eula di Savigliano e Fabio Battisti del Soleri Bertone di Saluzzo.

A Bra si è disputata la terza edizione dei Ludi Historici

Ospite d’onore dell’evento è stato lo scrittore e giornalista Corrado Augias che ha rivolto un saluto agli studenti. La Giuria era costituita dai  proff. Sergio Soave, presidente del Polo del Novecento di Torino, Francesco Tuccari ordinario di Storia delle dottrine politiche presso l’Università di Torino, Giangiacomo Migone, già docente di Storia dell’America del Nord presso l’università di Torino, e dal dott. Gian Mario Ricciardi, già capo redattore Rai. Una troupe del TG3 Piemonte ha ripreso l’evento.

Quel che ha colpito il pubblico accorso ad assistere ad una sfida così particolare è stata la qualità delle orazioni degli studenti, la preparazione che stava alla base e l’entusiasmo delle classi a sostegno dei propri rappresentanti.

Il concorso, realizzato con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, promuove la conoscenza della storia contemporanea e affina negli studenti le competenze oratorie:  strutturato secondo una modalità di disputa oratoria su un argomento specifico successivo al 1946, il suo obiettivo è promuovere l’acquisizione di approfondite conoscenze storiche e di competenze complesse attraverso modalità di apprendimento cooperativo e individuale. Partner scientifico è il Polo del Novecento di Torino.

Quest’anno hanno aderito 17 classi che frequentano 6 licei della provincia di Cuneo: 5 classi del Liceo “Giolitti-Gandino di Bra, 3 classi del Liceo Peano-Pellico di Cuneo, 1 classe del Liceo “De Amicis” di Cuneo, 2 classi del Liceo “Ancina” di Fossano, 4 classi del liceo “Soleri-Bertoni” di Saluzzo e 2 classi del Liceo “Arimondi-Eula” di Savigliano.

Il tema su cui gli studenti si sono confrontati è il seguente:

«Luci e ombre del “secolo americano”, caratterizzato dal potere egemonico degli Stati Uniti sul resto del mondo. Iniziato con l’apporto diretto a fianco delle truppe dell’Intesa nella prima guerra mondiale, consolidatosi con la  decisiva partecipazione alla seconda guerra mondiale, esso ha continuato ad estendersi, dagli anni ’50 a oggi, in molte azioni belliche “locali” in aree strategiche del mondo, con esiti che sono apparsi ora liberatori, ora contraddittori.

Alla luce di queste premesse, la classe rifletta criticamente ed in modo specifico sulle caratteristiche dell’influenza americana nel mondo attraverso le scelte di politica estera,  i mezzi impiegati e gli scopi raggiunti, con particolare riferimento alle amministrazioni di George Bush senior, Bill Clinton e Bush figlio – a cavallo tra anni Novanta e primi anni Duemila».

Banner Gazzetta d'Alba