La campionessa Francesca Fenocchio scende in campo con la lista Per Alba-Cirio

La campionessa Francesca Fenocchio scende in campo con la lista Per Alba-Cirio
Lista Per Alba-Cirio

ALBA La lista Per Alba, rappresentata in consiglio comunale da Domenico Boeri, diventa Per Alba-Cirio in sostegno del candidato di centro destra Carlo Bo e propone un affiatato gruppo di 24 candidati su cui spicca il nome della campionessa Paralimpica Francesca Fenocchio.

Gazzetta ha incontrato i candidati durante una serata nell’azienda agricola Drocco Luigi di strada Sottoripa. A introdurre la lista Domenico Boeri, consigliere comunale dal 2005, alla ricerca del quarto mandato: «La lista nasce dall’unione di Per Alba e della lista legata ad Alberto Cirio, per la prima volta Langhe e Roero possono avere un presidente di questo territorio, è un’opportunità che va sfruttata. Da questa spinta, a un gruppo affiatato che lavora da anni si sono aggiunti tanti cittadini con la voglia di fare qualcosa di concreto per la propria città. Siamo una lista civica e non di partito e teniamo a restarlo».

Chiari i temi chiave per la lista: «Con la presenza del sottoscritto e di Francesca Fenocchio è chiara la volontà di pensare a favorire lo sport e l’attività sportiva in città, ma anche di mettere in primo piano l’abbattimento delle barriere architettoniche, vorremmo che Alba fosse una città a misura di tutti, non solo dei normodotati. Proponiamo anche una revisione dei contrassegni per disabili che devono essere dati solo a chi disabile lo è veramente. Altri temi sono il nuovo piano parcheggi, l’attenzione al decoro cittadino e ai quartieri che spesso vengono dimenticati dall’amministrazione e l’albesità, bisogna ricreare questo senso di essere albesi che tutto il mondo ci invidia e che negli ultimi anni abbiamo un po’ perso»

Monia Monte aggiunge: «Non ci sono spazi per i giovani, dobbiamo lavorare per questo, perché i nostri ragazzi non debbano andare in altre città per divertirsi o esprimersi. L’attenzione va rivolta anche a un turismo sempre più consapevole che coccoli i visitatori e che permetta loro di vivere esperienze indimenticabili che li riportino sul nostro territorio».

Andiamo a conoscere i candidati, in attesa dell’ufficializzazione delle ultime candidature. Francesca Fenocchio (vedi intervista) non ha bisogno di presentazioni. Al suo fianco correranno Monia Monte, presidente del comitato di piazza San Paolo, Beppe Fauzia presidente del borgo delle Rane oltre allo psicologo Walter Binello. Gabriela Dascalu, candidata nel 2014 con Alba città per vivere a sostegno di Marello, ma da 4 anni in Per Alba, di origine romena, rappresenta quel 10% di popolazione straniera che ad Alba vive e lavora e punta a un’integrazione. Leonardo Albarello, iscritto alla facoltà di agraria, con 21 anni appena compiuti è il candidato più giovane della lista. Mauro Raballo, dipendente Ferrero è stato maggiordomo della famiglia Ferrero in Belgio, Montecarlo e Francia. Francesco Gomba, geometra con studio in zona piazza San Paolo, già candidato nel 2014 in Per Alba è una delle anime della lista di centrodestra. Jessica Fregnan, 26 anni, è la quota rosa più giovane, lavora nel mondo della pubblicità ed è stata candidata nel 2014 con Alba Civica.

E’ alla prima esperienza, invece, Antonio Bertero, consulente finanziario per Santander. Nadia Gomba si presenta per la terza volta alle comunali, dopo la candidatura con “Popolari liberali”, lista da cui nel 2009 venne eletto Carlo Bo e in Per Alba nel 2014. Rappresenta il quartiere Piana Biglini. Massimo Tarasco è un operaio Miroglio residente a San Rocco Cherasca. Completano la rosa dei candidati ufficializzati Ivana Sarotto, presidente della consulta pari opportunità, il trifolao Carlo Marenda, Diego Cattaneo, vicepresidente del comitato di quartiere Moretta 1, Marco Pellisseri, Bruno Montanaro, presidente del Rally di Alba, l’ex consigliere Fausto Perletto.

Marcello Pasquero

Su Gazzetta in edicola da oggi, sabato 20 aprile, l’intervista alla campionessa Francesca Fenocchio

Banner Gazzetta d'Alba