La Fondazione Crc consegna 17 auto elettriche ad altrettanti comuni e unioni

La Fondazione Crc consegna 17 auto elettriche ad altrettanti comuni e unioni

CUNEO Sono state presentate ieri pomeriggio, con una cerimonia pubblica che si è tenuta a Cuneo in piazza
Galimberti, le 17 autovetture elettriche da ora in dotazione ad altrettanti Comuni e Unioni di Comuni della
provincia di Cuneo. L’acquisto delle vetture, insieme alla dotazione di colonnine elettriche per la ricarica
che si concluderà entro l’estate, è stato reso possibile grazie a 2 edizioni del bando Mobilità Elettrica
Sostenibile, promosso dalla Fondazione Crc.

A queste autovetture si aggiungono 2 mezzi acquistati grazie al bando Comuni Smart e la vettura in dotazione alla Fondazione Crc.

Il bando Mobilità Elettrica Sostenibile ha messo a disposizione 400 mila euro e, grazie alla collaborazione del Comune di Cuneo, che ha fatto da stazione appaltante unica della gara, e all’assistenza tecnica garantita dall’Environment Park, partner tecnico dell’iniziativa, ha permesso di acquistare da un unico fornitore le 17
autovetture e di assegnare ad un unico operatore il servizio di ricarica garantito da una rete di 17 colonnine
interoperabili, interconnesse tra loro ed installate sui territori dei Comuni aggiudicatari del contributo. Un
risultato importante che ha garantito di ottimizzare i costi, avere accesso alle tecnologie più avanzate
disponibili sul mercato e “disegnare” un sistema capillare di distribuzione delle colonnine di ricarica su
tutto il territorio provinciale, disponibile per tutti i cittadini dotati di auto elettrica.

Inoltre, come una sorta di “gara nella gara”, il bando ha previsto anche una misura di incentivazione
all’utilizzo dei veicoli acquistati: il residuo di risorse, garantito dalla gara, sarà ora messo a disposizione a
favore dell’amministrazione che a inizio maggio 2020, a un anno dalla consegna del veicolo, avrà percorso
con la propria vettura più chilometri, così da permettere l’acquisto di un ulteriore mezzo elettrico.

“Grazie a questo importante progetto vengono oggi consegnate 17 nuove autovetture elettriche, a
disposizione di enti pubblici di tutta la provincia di Cuneo, e si sta concludendo l’installazione di una rete di
colonnine di ricarica che potranno essere utilizzate da tutti i possessori di macchine elettriche” commenta
Giandomenico Genta, presidente della Fondazione CRC. “Un segnale importante e uno stimolo per ribadire
che la sfida della mobilità elettrica sostenibile a zero emissioni è alla portata non solo delle metropoli
italiane ed europee, ma anche di realtà come quella della provincia di Cuneo, dove l’infrastrutturazione di
una rete pubblica di ricarica è solo all’inizio”.

“Il miglior modo per testimoniare l’attenzione all’ambiente è intraprendere azioni concrete per difenderlo e
tutelarlo” sottolinea il Sindaco di Cuneo Federico Borgna. “Da oggi molti Comuni e Unioni della nostra
provincia avranno a disposizione nuove auto elettriche che azzerano le emissioni. Un bel passo in avanti”.
«Environment Park è particolarmente soddisfatto per aver dato il proprio contributo tecnico alla
realizzazione di un’iniziativa di innovazione di impatto significativo per la provincia di Cuneo” sottolinea
Davide Canavesio, amministratore delegato di Environment Park. “Un progetto che rappresenta un
importante passo avanti nel campo della mobilità elettrica e che possiamo davvero definire ‘di territorio’,
grazie alla disponibilità e alla condivisione che i numerosi enti coinvolti hanno messo in campo».

Le 17 vetture acquistate con il bando Mobilità Elettrica Sostenibile sono in dotazione presso i Comuni di
Cuneo, Alba, Borgo San Dalmazzo, Bra, Cavallermaggiore, Cherasco, Dronero, Fossano, Mondovì, Saluzzo,
Savigliano, Vicoforte, Villanova Mondovì, l’Unione di Comuni Colline di Langa e del Barolo, le Unioni
Montane Alta Langa, Valle Grana e Valle Stura.

A queste si aggiungono due ulteriori veicoli acquistati grazie al bando Comuni Smart: una vettura acquistata
dal Comune di Magliano Alpi e un ulteriore autoveicolo elettrico a 7 posti per il trasporto di persone che
nelle prossime settimane sarà consegnato all’Unione Montana Valle Stura

Banner Gazzetta d'Alba