Quasi mille studenti pronti per la maturità

Tra timori e speranze, i maturandi albesi raccontano la prima prova 12

SCUOLA Quest’anno sarà la generazione 2000 ad affrontare l’esame di maturità, con la prima prova fissata per mercoledì 19 giugno e la seconda per il 20. A loro il compito impegnativo di sperimentare per primi nuove tipologie di prove e nuovi criteri di valutazione, contenuti nella riforma approvata nell’aprile del 2017. Dalla prova iniziale senza saggio breve e senza articolo di giornale alla seconda prova che per la prima volta unirà diverse discipline, senza dimenticare l’abolizione della terza prova e un esame orale completamente rivoluzionato, sono tante le novità con cui dovranno fare i conti oltre 520mila candidati da Nord a Sud.

Ad Alba saranno quasi mille i ragazzi: 139 studenti al liceo scientifico Cocito; 53 al liceo artistico Gallizio; 58 al classico Govone; 165 all’istituto Einaudi, di cui 66 ragionieri, 40 geometri e 59 studenti dell’Itis; 236 alunni dell’istituto Cillario, di cui 99 nella sede di Alba, 90 all’arte bianca di Neive, 19 a Cortemilia e 28 del corso serale per gli adulti; 115 studenti all’istituto Umberto I, di cui 80 all’enologica di Alba e 35 nella sede di Grinzane; 184 studenti al liceo Da Vinci, di cui 92 al linguistico, 69 alle scienze umane e 23 dell’indirizzo economico-sociale. E mentre è iniziato il conto alla rovescia per il grande giorno, le scuole superiori di Alba hanno proposto ai loro studenti delle iniziative per prendere confidenza con il nuovo esame, come al Da Vinci, dove si è svolta nei giorni scorsi una prova simulata dell’orale, uno dei momenti più temuti di questa maturità rinnovata.

f.p.

Banner Gazzetta d'Alba