La Polizia sospende l’attività di una sala giochi di Cuneo

Il Questore di Cuneo ha emesso il provvedimento di sospensione della licenza di Pubblica sicurezza per 15 giorni.

Sul gioco d’azzardo si è riacceso il dibattito (INCHIESTA)

CUNEO Proseguendo le attività di controllo degli esercizi pubblici nei quali viene svolta l’attività da gioco per mezzo degli apparecchi con vincita in denaro, anche volta alla tutela dei minori e alla sicurezza del gioco, predisposta sull’intera Provincia, la Polizia amministrativa e sociale della Questura di Cuneo, ha appurato varie violazioni presso l’attività di raccolta scommesse e video lottary a Cuneo in via della Magnina.

Gli operatori di Polizia hanno accertato che la titolare della licenza di Pubblica sicurezza, di nazionalità cinese, svolgeva l’attività in assenza sia del titolare, che di un delegato autorizzato del Questore.

Per tale motivo il Questore di Cuneo ha emesso il provvedimento di sospensione della licenza di Pubblica sicurezza per 15 giorni.

Nella stessa occasione è stato accertato che esercitava l’attività di somministrazioni di bevande in assenza di rappresentante. Per tale motivo la titolare, è stata sanzionata per un importo pari a  1.032 euro.

Seguiranno ulteriori e analoghe iniziative su tutta la Provincia nei confronti di locali ed esercizi pubblici da gioco.

Banner Gazzetta d'Alba