Come nutrire la nostra fede per poi trasmetterla agli altri

Come nutrire la nostra fede per poi trasmetterla agli altri
Una ragazza che ha fatto il catecumenato ed è stata battezzata.

CATECUMENATO  L’esperienza del catecumenato è la grazia di generare la fede nel cuore di coloro che il Signore chiama a far parte della sua Chiesa. Nel 2018 abbiamo riflettuto su che cosa sia il catecumenato, che comincia ad avere una certa rilevanza nelle nostre parrocchie, seppure con andamento altalenante.

Sentiamo comunque la necessità di continuare il cammino di preparazione, per crescere nella fede noi, che siamo stati battezzati da piccoli, e per essere pronti ad accogliere le nuove sfide che il nostro tempo ci offre. Il secondo corso, che inizieremo mercoledì 30 ottobre, non vuole essere riservato agli “addetti ai lavori”, ossia quanti al presente svolgono questo servizio, o si rendono disponibili per il futuro, ma vorrebbe aprirsi a tutti coloro che desiderano approfondire la propria adesione a Cristo, specialmente se poi sono anche guide per il cammino di fede dei più giovani. Il percorso che seguiremo è sintetizzato nel Catechismo della Chiesa cattolica, che costituisce l’itinerario per chi si prepara a ricevere i sacramenti dell’iniziazione cristiana, ma che è la base per la catechesi degli adulti e dei ragazzi. Gli incontri si terranno presso il Seminario di Alba in sala Coppa, dalle 20.45 alle 22.15, e toccheranno gli ambiti fondamentali della nostra fede: parola di Dio, liturgia, spiritualità e morale. Questi i temi e le date:

  • – mercoledì 30 ottobre: “Una Parola per una storia di salvezza”, relatori Battista e Lidia Galvagno, responsabili Apostolato biblico;
  • – mercoledì 13 novembre: “Sacramenti, in comunione con Dio nella Chiesa”, don Francesco Mollo, direttore Ufficio liturgico diocesano;
  • – mercoledì 20 novembre: “Preghiera, relazione con Dio padre”, don Luigi Lucca, Ufficio catechistico;
  • – mercoledì 4 dicembre 2019: “La fede nella vita di ogni giorno”, don Franco Ciravegna, docente di morale.

Per la partecipazione è richiesta l’iscrizione gratuita segnalando, entro domenica 27 ottobre, il proprio nominativo all’Ufficio catechistico (catechesi.alba@gmail.com).

Quello che gli accompagnatori cercano di spiegare ai catecumeni, quando decidono di chiedere il Battesimo, è quanto noi siamo chiamati ad approfondire sempre, per rispondere alle domande inedite che la vita non fa mancare alla nostra fede nelle diverse età, situazioni, scelte, magari anche sofferenze.

Ognuno dei quattro incontri previsti sarà guidato, per così dire, a due voci, affrontando all’inizio una riflessione su un aspetto della vita cristiana, avendo il Catechismo in filigrana, mentre poi si passerà a declinare l’argomento con un’attenzione particolare a chi si avvicina all’esperienza cristiana.

Nel primo incontro, quindi, ci metteremo in ascolto del cammino di fede in cui la Scrittura ci introduce; nel secondo ripenseremo alla volontà del Signore di offrirci la grazia dei sacramenti; nel terzo cercheremo di comprendere l’importanza della preghiera come vita dello Spirito in noi, e infine guarderemo alle conseguenze concrete, quotidiane, della relazione con Gesù instaurata nel Battesimo.

Rendiamo grazie a Dio che ci ha chiamati a conoscerlo e a vivere in comunione con lui, per annunciarlo con la gioia di aver ricevuto questo dono da condividere.

suor M. Andreina Alfero, responsabile Servizio diocesano per il catecumenato

Banner Gazzetta d'Alba