Colletta alimentare numero 19: sabato 30 novembre torna in tutta Italia

Raccolte quasi 100 tonnellate di cibo

Torna il 30 novembre in tutta Italia la 23ª edizione della Giornata nazionale della colletta alimentare, promossa dalla fondazione Banco alimentare. In oltre 13mila supermercati, 145mila volontari inviteranno a donare alimenti a lunga conservazione, che nei mesi successivi verranno distribuiti a 7.569 strutture caritative (mense per i poveri, comunità per minori, banchi di solidarietà e centri d’accoglienza) che aiutano più di un milione e mezzo di persone bisognose in Italia, di cui quasi 345mila minori. L’iniziativa coinvolgerà nella Granda 211 punti vendita di 70 Comuni, dato pressoché allineato con i numeri 2018.

Gli alimenti consigliati sono quelli di cui necessitano maggiormente le strutture caritative che si rivolgono al Banco alimentare, ovvero: alimenti per l’infanzia, tonno in scatola, riso, olio, legumi, sughi e pelati, biscotti.

Colletta alimentare numero 19: sabato 30 novembre torna in tutta Italia

La fondazione Banco alimentare Onlus ha sposato il messaggio di Papa Francesco pronunciato per la terza Giornata mondiale: «I poveri acquistano speranza vera quando riconoscono nel nostro sacrificio un atto di amore gratuito. Certo, si avvicinano a noi anche perché stiamo distribuendo loro il cibo, ma ciò di cui hanno davvero bisogno è delle nostre mani per essere risollevati, dei nostri cuori per sentire di nuovo il calo dell’affetto, della nostra presenza per superare la solitudine».

Nella provincia di Cuneo i volontari impegnati saranno circa 3mila, in parte persone di associazioni locali (Alpini, San Vincenzo, Caritas, gruppi parrocchiali, oratori, scout, protezioni civili, Cri, Rotary, Lions), studenti delle scuole superiori che aderiscono al progetto Dona cibo e molti cittadini che si sono affezionati alla Colletta e ogni anno confermano la loro disponibilità. Un centinaio i mezzi impiegati per il trasporto degli alimenti donati, messi a disposizione da vari gruppi di protezione civile comunale o alpini e Aib o forniti da privati.

La provincia di Cuneo e il comune di Saluzzo hanno concesso il patrocinio all’iniziativa. Parte del materiale pubblicitario è stato stampato grazie al supporto del Csv. Su Cuneo città ci saranno anche un mezzo fornito da Poste italiane e uno dall’Esercito, in virtù della collaborazione decisa a livello nazionale.

Sarà possibile sostenere la Colletta alimentare anche con un Sms al numero 45.582 attivo fino al 10 dicembre (il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun messaggio inviato da cellulari Wind Tre, Tim, Vodafone, Postemobile, Iliad, Coop voce, Tiscali. Sarà di 5 euro per le chiamate da rete fissa Twt, Convergenze, Postemobile, e di 5 o 10 euro da rete fissa Tim, Vodafone, Wind Tre, Fastweb e Tiscali).

Il materiale raccolto sarà trasferito al magazzino di Fossano nella settimana successiva grazie alla collaborazione di autotrasportatori privati che ci sostengono in questa iniziativa o, come a Saluzzo, dove il comune oltre a fornire i locali per il magazzino mette anche a disposizione i mezzi per il trasporto a Fossano o, come ad Alba, dove il gruppo di protezione civile Misericordia  Santa Chiara oltre a fornire i locali per il magazzino mette anche a disposizione i mezzi per il trasporto a Fossano. Gli orari del magazzino  provinciale di Fossano (0172-63.58.57) via Nicola Sasso 16 prevedono l’apertura al martedì mattina (9-12) e al giovedì pomeriggio (14.30-17.30).

Banner Gazzetta d'Alba