Sempre più tecnologia per le visite al castello di Govone

Sempre più tecnologia per le visite al castello di Govone
Le iniziative legate al castello di Govone sono state premiate al Senato.

GOVONE Ottenendo in Senato il premio 100 ambasciatori nazionali il castello di Govone si è contraddistinto per il progetto Govone hub, concepito con l’obiettivo di rendere il sito un motore di sviluppo e di crescita del paese. La prima fase di realizzazione ha visto la creazione di percorsi innovativi attraverso la tecnologia, che possano offrire un’esperienza di visita multimediale e interattiva, fruibile con smartphone e tablet personali. Lo scopo è di offrire una visita esaustiva degli ambienti del castello aggiungendo, come miglioria, un’apposita applicazione per conoscere Giacomino, personaggio dedicato ai piccoli visitatori. L’applicazione prevede anche un’importante sezione dedicata ai non udenti, con video in Lis (lingua dei segni), che, insieme ai pannelli descrittivi per non vedenti installati in tutte le sale, garantiscono tour inclusivi per tutti.

La seconda fase del progetto prevede di implementare l’applicazione inserendo i principali punti di interesse del paese, del parco e del territorio circostante al fine di prolungare i tempi di permanenza dei turisti. Saranno installati pannelli con una breve descrizione e un Qr code che permetterà di accedere alle informazioni inserite nell’applicazione. Parallelamente, la rete Wi-Fi gratuita, già attiva nel castello, sarà estesa a tutto il paese.

Un ottimo modo per salutare il nuovo anno, in attesa della riapertura della stagione di visite alle stanze del piano nobile, prevista per domenica 29 marzo in occasione della festa per la fioritura dei tulipani selvatici.

Francesca Gerbi

Banner Gazzetta d'Alba