La crisi morde e gli italiani tentano la fortuna: 107 miliardi in un anno

La crisi morde e gli italiani tentano la fortuna: 107 miliardi in un anno 3

IL LIBRO Per gioco. Voci e numeri del gioco d’azzardo, il libro di Fabio Balocco edito da Neos, offre un affresco sconfortante per il Paese. «Questo libro è dedicato alle vittime, a vario titolo, di una società sbagliata»: è la frase con cui si apre il volume che lascia intendere quanto la crisi degli ultimi anni abbia avvicinato masse di persone disperate al mondo del gioco in cerca di un guadagno facile, trovando la rovina e non la fortuna.

Fabio Balocco
Per gioco. Voci e numeri del gioco d’azzardo
Neos Edizioni
80 pagine
12 euro

Fabio Balocco, rifacendosi ai numeri dell’Agenzia delle dogane, spiega come nel 2017 sia stata superata la fatidica soglia dei 100 miliardi di volume di denaro giocato dagli italiani. Per essere precisi, 101,8 miliardi. Nel 2014 erano 84,3, nel 2015 già 88,2, nel 2016 ben 96,1. Un record presto battuto, perché nel 2018 il giocato è arrivato a 107 miliardi. Balocco: «Se si dividono i 101,8 miliardi spesi nel 2017 per circa 45 milioni di ipotetici giocatori si arriva a oltre 2.200 euro pro capite spesi all’anno in azzardo, che significa ben 200 euro al mese. Ma non basta, perché le stime dell’Università della Sapienza di Roma parlano di un gioco d’azzardo illegale con un fatturato di 24 miliardi di euro». I numeri rendono la portata di un fenomeno preoccupante e spesso sottovalutato: nel libro di Balocco emerge in tutta la sua drammaticità. Eppure, come si evince dall’articolo qui sopra, ad Alba la pur alta media nazionale è superata.

m.p.

INCHIESTA: AZZARDO SULLA PELLE DEI PIEMONTESI

Banner Gazzetta d'Alba