Antagonisti ostacolano la polizia durante l’arresto di due rapinatori: 4 persone in stato di fermo

Tensioni a Torino, la protesta, "ci fanno ammalare loro"

Aggressione a colpi martello, quattro persone arrestate

TORINO Momenti di tensione in corso Giulio Cesare a Torino. In occasione dell’arresto di due presunti autori di una rapina a un anziano, alcune decine di persone, identificate dalla polizia come appartenenti all’area antagonista, hanno contestato, e tentato di ostacolare, l’intervento degli agenti. Sul posto si sono portate altre pattuglie della Questura.

In strada si sono radunate una cinquantina di persone che hanno dato vita a una contestazione.

«Il virus – ha detto un dimostrante – lo hanno portato in giro loro. Ci stanno facendo ammalare, ci stanno ammazzando e non ci danno i soldi per sopravvivere. È ora di scendere in strada e dare alla polizia e ai politici quello che loro stanno dando a noi».

Intanto i due presunti autori della rapina sono stati portati in un commissariato. All’anziano era stata strappata una catenina d’oro.

Sono quattro le persone arrestate a Torino dalla polizia per gli episodi di tensione avvenuti oggi in corso Giulio Cesare, in zona Aurora. Si tratta di due uomini e due donne.

Una cinquantina di appartenenti all’area anarchica e antagonista avevano cercato di ostacolare l’intervento degli agenti che stavano bloccando due presunti rapinatori. Per i quattro, secondo quanto si apprende, si procederà per resistenza a pubblico ufficiale.

Quanto ai presunti rapinatori – anche loro arrestati – si tratta di due marocchini di 28 e 36 anni. Uno di loro, in strada, aveva strappato la catenina dal collo di un pensionato, che era caduto procurandosi delle lesioni; poi si era allontanato montando sulla bicicletta condotta dal complice.

L’anziano ha chiamato il 112 e gli agenti hanno individuato i due in corso Giulio Cesare, a pochi passi da una casa occupata.

Ansa

Banner Gazzetta d'Alba