Nessuna criticità per il Piemonte ma l’apertura verso le altre regioni deve avvenire con prudenza

Il maxi piano da 800 milioni di euro per far ripartire il Piemonte

TORINO «La pagella settimanale, arrivata ieri sera dall’Istituto superiore di sanità, ci ha permesso di constatare con grande soddisfazione che i parametri dell’infezione sono tutti all’interno delle soglie, non abbiamo criticità, valori che accendano allarmi. Confidiamo quindi che il 3 giugno i confini della regione possano aprirsi». Lo ha annunciato il presidente della Regione Alberto Cirio in una conferenza stampa alla Reggia di Venaria per presentare gli interventi per il turismo. «Vogliamo riaprire con prudenza ma per sempre», ha detto.

Ansa

Banner Gazzetta d'Alba