Il Coni finanzia lo sport giovanile con 550mila euro. Domande entro il 18

Pedopornografia: ai domiciliari direttore sportivo di una squadra di Alba

TORINO Il Coni del Piemonte mette a disposizione delle associazioni sportive contributi straordinari per 550mila euro che dovranno servire a sostenere l’attività giovanile e promozionale duramente provate dall’emergenza Covid-19. I documenti del bando sono pubblicati qui.

Le società devono fare in fretta nel compilare la domanda perché la documentazione deve prima passare attraverso i comitati regionali delle federazioni che dovranno trasmetterla al Coni le 12 di giovedì 18 giugno. Le domande inviate direttamente al Coni non saranno prese in considerazione.

Il contributo per ogni singola società sarà compreso tra mille e 5mila euro e sarà determinato in base alla graduatoria stilata dalla commissione entro il 26 giugno, sulla base di alcuni criteri tra cui la consistenza, la qualità e l’attività dei vivai; i talenti sportivi espressi;  l’attività promozionale nel settore giovanile e la  partecipazione ai progetti del Coni.

L’ importo complessivo è di 550mila euro e rappresenta la metà del patrimonio del Coni Piemonte come spiega il presidente regionale Gianfranco Porqueddu: «Il patrimonio del Coni Piemonte, in cui sono confluiti a inizio 2013 tutti i comitati provinciali, è di circa 1,1 milioni di euro, questo grazie anche agli enti locali che ci sono sempre stati vicini e ci hanno sostenuto». La decisione di “sbloccare” l’utilizzo dei fondi detenuti dai comitati regionali è partita dalla Lombardia durante una videoconferenza del 27 aprile. «Arrivare in così poco tempo al bando completo è stato un grande lavoro di cui ringrazio tutto lo staff che si è dedicato anima e corpo, lavorando anche di sabato e di domenica», aggiunge Porqueddu.

Banner Gazzetta d'Alba