La pinacoteca di Guarene riapre sabato 4 luglio

La pinacoteca di Guarene riapre sabato 4 luglio

GUARENE Sabato 4 luglio riaprirà la Pinacoteca comunale del Roero, vero e proprio vanto tra le proposte culturali guarenesi. La raccolta di opere, tra le più importanti per la scuola piemontese contemporanea, nasce nel 1974 per volontà del pittore Dino Pasquero e dopo una serie di traslochi e di diverse fortune ha trovato, da circa 20 anni, una sede nel centro storico del paese in quella che è casa Casavecchia.

La Pinacoteca rappresenta un unicum per il territorio, poiché è la sola esistente non solo tra i piccoli centri di Langa e Roero ma anche tra le città, e merita maggior visibilità tra le numerose proposte culturali di Guarene.

La pinacoteca di Guarene riapre sabato 4 luglio
Nella foto il direttore Dino Pasquero, il pittore Beppe Avvazzino ed il sindaco Simone Manzone

«L’edifico che la ospita è al centro di un lavoro di recupero ambizioso, che ci permetterà di ampliarne gli spazi e renderla più integrata nel tessuto promozionale del paese: come amministrazione crediamo in questa collezione perché è tutta Guarene ad avere le carte in regola per distinguersi come paese d’arte. In questo senso non posso che ringraziare il direttore Dino Pasquero per l’impegno che porta avanti costantemente», sottolinea il sindaco Simone Manzone.

Il maestro Pasquero, che all’arte in generale ed al rapporto con il suo paese ha consacrato buona parte della sua vita realizzando anche un percorso di scultura e di ceramiche d’artista, ha voluto presentare la prossima mostra, pronta per agosto, che avrà come protagonista una personale di Beppe Avvazzino.

Roberto Savoiardo

Banner Gazzetta d'Alba