Piemonte: assegnati appena due posti su 2.800 agli insegnanti di sostegno

Coronavirus, in Piemonte scuole di ogni ordine e grado chiuse per una settimana

TORINO Resta critica, in Piemonte, la dotazione organica del personale docente e di quello ausiliario. Servono 2.800 insegnanti di sostegno, ma al momento le assegnazioni sono state soltanto due. Lo ha spiegato l’assessore regionale all’istruzione, Elena Chiorino, rispondendo a un’interrogazione urgente in sesta Commissione presentata dal gruppo Luv.

Cerutti, Regione e comuni insieme per sostenere il rilancio

«Il Piano scuola nazionale 2020-2021 – spiega l’assessore in una nota – prevede che gli studenti fragili, tra i quali rientra la categoria dei disabili sensoriali, dovranno essere salvaguardati privilegiando la didattica in presenza e l’assessorato ha preso parte al Tavolo regionale per l’avvio dell’anno scolastico, dove sono state affrontate anche queste criticità. Nelle scorse settimane l’Ufficio scolastico regionale ha emanato un bando destinato a tutte le istituzioni scolastiche del Piemonte che accolgono alunni con disabilità certificata, per presentare progetti che possano migliorare le proposte educative speciali mediante l’uso di ausili e sussidi didattici, tenendo conto dei bisogni formativi».

L’assessore ha inoltre precisato che la gara per la fornitura di protesi acustiche digitali di ultima generazione, pubblicata il 5 agosto 2020, supera le attuali modalità di erogazione che prevedono la fornitura di protesi digitali solo agli infra quattordicenni, con assegnazione di contributo e non più copertura della spesa, per i nuclei familiari con certificazione Isee inferiore ai 38 mila euro.

Ansa

Banner Gazzetta d'Alba