Tour: Rosa al lavoro per Quintana. Sobrero in gara sulle strade romagnole

Tour: Rosa al lavoro per Quintana. Sobrero in gara sulle strade romagnole
La formazione dell'Arkèa-Samsic in gara al Tour. Diego Rosa è il secondo da destra.

CICLISMO Il primo arrivo in salita del Tour de France (a Orcières-Merlette, dove nel 1971 Luis Ocaña mise alle corde Eddy Merckx) ha proposto le prime schermaglie tra gli uomini di classifica. La vittoria di tappa è andata allo sloveno Rogliç, che ha preceduto il connazionale Pogaçar, il francese Martin e il colombiano Nairo Quintana, capitano dell’Arkèa-Samsic di Diego Rosa. Il roerino si è fatto vedere in testa al gruppo al fianco di Quintana nella prima parte della salita conclusiva prima di perdere terreno nel finale, quando l’andatura è aumentata. Rosa ha chiuso al 75° posto, a 7’05” da Rogliç. «La tappa era difficile. Siamo risaliti in testa al gruppo a circa 50 chilometri dall’arrivo. La squadra ha lavorato bene: abbiamo fiducia in Nairo e il quarto posto che ha ottenuto è eccellente per il morale di tutti», ha dichiarato Diego al sito della squadra. Soddisfatto per il lavoro dei compagni anche lo stesso Quintana, che ha affermato: «Il lavoro della squadra è stato ancora una volta esemplare. Ci tengo a ringraziare i miei compagni. L’apporto di Barguil, Rosa, Dayer Quintana e Anacona è importante, perchè sono corridori fondamentali per la squadra nelle tappe di montagna».  Oggi è in programma la frazione da Gap a Privas, adatta ai velocisti.

Ieri, in Romagna, è iniziata anche la Settimana internazionali Coppi e Bartali, che vede in corsa il langarolo Matteo Sobrero (Ntt). Nella prima semitappa, vinta in volata dall’olandese Kooij, Sobrero ha chiuso a centrogruppo (123°), mentre nella successiva cronometro a squadre, vinta dalla Deceunink Quick Step, la Ntt si piazzata al quarto posto. Oggi è in programma una tappa di 166 chilometri, da Riccione a Sogliano al Rubicone, con gli ultimi tre chilometri in salita.

Corrado Olocco

Banner Gazzetta d'Alba