Dal Palio degli asini in streaming al Salotto del folclore. Inizia l’autunno albese

Una serie di cartoline illustrate per il Palio degli asini 2020 3

ALBA Come da tradizione, la prima domenica del mese, il 4 ottobre, vedrà sotto i riflettori il goliardico Palio degli asini, appuntamento principe del capitolo dedicato al folclore. Per l’occasione si torna a correre nel cuore del centro storico: il campo del Palio sarà allestito intorno al Duomo, tra le piazze Risorgimento e Rossetti.

Non sarà ammesso il pubblico e il Palio verrà trasmesso in live streaming domenica 4 ottobre alle 8.30 sui canali istituzionali dell’Ente Fiera (www.fieradeltartufo.org, Youtube) del Comune di Alba e della Giostra delle Cento Torri, per uno spettacolo entusiasmante che vedrà i nove Borghi cittadini contendersi l’ambito drappo che spetta al vincitore della corsa. Gazzetta d’Alba rilancerà le immagini sulla pagina Facebook del giornale.

La diretta sarà presentata dagli speaker di Radio Alba Andrea Vico, Marcello Pasquero, Alessia Alloesio con le incursioni di Davide Cestari e Carlo Passone nel ruolo di storico del Palio.

La presentazione del drappo del Palio degli asini 2020
La presentazione del drappo del Palio degli asini 2020

Pittore del Palio si annuncia un gradito ritorno: dopo l’esperienza del 2011, a dipingere il drappo sarà nuovamente Valerio Berruti, artista albese capace di conquistare i più prestigiosi palcoscenici internazionali con la sua arte, recentemente nominato ambasciatore di Alba creative city Unesco.

Ulteriore novità di quest’anno, per il weekend del 3 e 4 ottobre (dalle 10 alle 19.30 in piazza Risorgimento), il Salotto del folclore, dove verrà raccontata la Giostra delle cento torri con i Borghi e il Palio attraverso immagini e documenti storici. Da qui partiranno anche suggestive animazioni in costume medievale di musica, danze, falconeria e scuola d’armi e rievocazioni di figuranti per le vie e le piazze del centro cittadino, e il lancio delle cartoline dedicate al Palio – riprendendo l’antica tradizione del manifesto che annunciava la corsa degli asini, realizzate quest’anno dallo studio veneziano di graphic design Small Caps.

Durante il weekend del folclore inoltre, a rinsaldare il legame con la storia, si rinnova anche l’esperienza di visita di Alba sotterranea, che porterà a scoprire le radici della città in compagnia di un archeologo professionista, in abito medievale.

Banner Gazzetta d'Alba