Anche a Natale, il gioco della vita oltre la malattia

La Collina degli elfi dona duemila giochi ad altrettanti bambini oncologici, recapitandoli negli ospedali pediatrici di tutta Italia.

Anche a Natale, il gioco della vita oltre la malattia 1

GOVONE L’esperienza della malattia che molti oggi hanno vissuto o stanno vivendo con il Covid-19, direttamente o perché tocca persone care, alla Collina degli elfi non è sconosciuta: da 12 anni l’associazione di volontariato che ha sede a Govone, nell’ex convento di Craviano, opera per offrire un sostegno alle famiglie che hanno vissuto la sofferenza della malattia oncologica pediatrica, aiutandole a ritornare gradualmente alla normalità, alla vita di tutti giorni, trovando nuovi equilibri. 

«Se il 2020 è stato un anno difficile per tutti, ancora più complicato è stato per le famiglie di bambini oncologici immunodepressi», afferma Luisella Canale, presidente della Collina degli elfi, che aggiunge: «Abbiamo imparato che non bisogna mai scoraggiarsi. Da sempre proviamo ad andare avanti con impegno, forza e determinazione. Con i nostri splendidi volontari e le famiglie lavoriamo uniti, confidando nel fatto che insieme riusciremo a fare cose belle. Quest’anno, a causa della pandemia da coronavirus, molte famiglie da tutta Italia hanno avuto difficoltà nel raggiungerci in Piemonte. Ecco perché abbiamo deciso di andare noi da loro». 

Anche a Natale, il gioco della vita oltre la malattia

Con questo spirito, La Collina degli elfi ha donato duemila giochi, recapitati ad altrettanti bambini nei reparti di oncologia negli ospedali pediatrici di tutta Italia, partendo dal Regina Margherita di Torino, con cui l’associazione ha dato avvio alla sua avventura molti anni fa. Inoltre, a testimoniare la profonda gratitudine verso il territorio di Langhe e Roero, che molto ha fatto e continua a fare ogni anno per la Collina degli elfi, anche il nuovo ospedale di Alba-Bra che ha sede a Verduno, intitolato a Michele e Pietro Ferrero è stato inserito tra i nosocomi destinatari delle strenne natalizie. «Grazie al grande lavoro dei volontari e con l’importante supporto del nostro amico Andrea Guido, anche quest’anno ci siamo impegnati per regalare sogni, speranze e gioia, che sono ancora più preziosi in un momento come questo. Per noi, Il gioco della vita oltre la malattia significa proprio questo: regalare un gioco equivale a lanciare un segnale, un simbolo che possa aiutare bambini e famiglie a guardare oltre, a vedere lontano, a dare prospettive e obiettivi», conclude Luisella Canale.

Anche a Natale, il gioco della vita oltre la malattia 2

Per sostenere le attività della Collina degli elfi affinché possa continuare a ospitare gratuitamente i bambini in remissione di malattia oncologica insieme alle famiglie, offrendo loro la possibilità di tornare alla vita, è possibile partecipare alla tradizionale lotteria di Natale. Circa 400 premi in palio, donati per la maggior parte da aziende e privati del territorio, con l’estrazione in calendario il prossimo 14 febbraio, festa di san Valentino, per celebrare l’amore di chi dona con il cuore.

Per acquistare i biglietti, al costo di un euro l’uno (effettuando la donazione anche con Paypal o Satispay), è sufficiente rivolgersi direttamente ai volontari, telefonare al numero 392-15.43.271 o scrivere a info@lacollinadeglielfi.it. 

Banner Gazzetta d'Alba