Covid Piemonte: 804 positivi su 8.158 tamponi, -5 le terapie intensive

Paolo Vineis, improbabile lo spegnimento del virus 1

PIEMONTE Oggi, lunedì di Pasquetta, l’Unità di crisi regionale ha comunicato 804 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19, pari al 9,9% degli 8.158 tamponi eseguiti. Degli 804 nuovi casi gli asintomatici sono 267 (33,2%). I casi sono così ripartiti: 109 screening, 481 contatti di caso, 214 con indagine in corso; per ambito: 6 rsa/strutture socio-assistenziali, 44 scolastico, 754 popolazione generale. Il totale dei casi positivi diventa quindi 322.19così suddivisi su base provinciale: 26.088 Alessandria, 15.452 Asti, 9.955 Biella, 45.601 Cuneo, 24.956 Novara, 172.501 Torino, 12.165 Vercelli, 11.676 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 1.392 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 2.404 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

I ricoverati in terapia intensiva sono 36(rispetto a ieri), mentre quelli negli altri reparti Covid sono sono 3.851 (+14 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 29.537. I tamponi diagnostici finora processati sono 3.858.478 (+8.158 rispetto a ieri), di cui 1.379.859 risultati negativi.

Sono 13 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall’Unità di crisi della Regione Piemonte, di cui nessuno verificatosi oggi (si ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come morti Covid). Il totale è ora di 10.463 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi per provincia: 1.480 Alessandria, 645 Asti, 398 Biella, 1.267 Cuneo, 857 Novara, 4.911 Torino, 475 Vercelli, 341 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 89 residenti fuori regione ma deceduti in Piemonte. I pazienti guariti sono complessivamente 277.974 (+993 rispetto a ieri).

Banner Gazzetta d'Alba