Vaccino anti Covid-19: si possono prenotare i sessantenni

Covid: Bassetti, febbre gialla candidata a succedergli 1

VACCINAZIONI Da oggi, giovedì 8 aprile, partono le preadesioni alla vaccinazione anti Covid-19 per la fascia 60-69 anni attraverso il portale www.ilpiemontetivaccina.it. Per questa categoria viene attivata anche la “panchina vaccinale”, ovvero una lista di persone disponibili a recarsi nell’arco di un’ora al punto vaccinale di competenza della propria Asl, nel caso si verificasse una rimanenza di vaccini a fine giornata (dovuta a eventuali rinunce o inidoneità).

Per i sessantenni sarà possibile apporre una spunta su una apposita casella per indicare la propria disponibilità a una reperibilità all’ultimo minuto.

La panchina vaccinale si abbinerà ai meccanismi di sovraprenotazione e chiamate anticipate sulle prenotazioni già fissate per i giorni successivi e sarà sperimentata con i sessantenni quando partiranno le somministrazioni per la loro categoria (una fascia che, rispetto agli over 80 e agli over 70, ha una maggiore facilità a rendersi disponibile a spostamenti logistici immediati).

I dettagli per le vaccinazioni

Il circolo del Partito democratico di Bra ha stilato un riassunto informativo sulla situazione delle vaccinazioni nell’AslCn2 in modo da chiare i diversi casi per accedere alle vaccinazioni stesse.

VACCINAZIONI CATEGORIE SPECIALI

Queste persone (operatori scolastici, forze dell’ordine, protezione civile, volontari, badanti) sono già state tutte chiamate. Chi non si è presentato può ripresentare la propria preadesione all’Asl e verrà recuperato.

VACCINAZIONI OVER 80

Entro il 15 aprile saranno vaccinati (con la prima dose) tutti coloro che hanno fatto richiesta tramite il medico di famiglia. Per gli utenti non trasportabili la vaccinazione a domicilio si concluderà entro il mese di aprile. Gli anziani che non hanno fatto la richiesta (oppure che non si sono presentati) possono ancora farla tramite il medico di famiglia.

VACCINAZIONI GRAVI PATOLOGIE (soggetti detti FRAGILI o VULNERABILI)

L’elenco di  questi pazienti (le cui patologie sono fissate con precise disposizioni ministeriali) viene fornito all’Asl da ciascun medico di famiglia (che fornisce pure i nomi dei rispettivi badanti).  Essi vengono convocati per la vaccinazione dall’Asl via sms. Le iniezioni sono iniziate mercoledì 31 marzo.

VACCINAZIONI CLASSI 70-79

Le persone devono fare la preadesione sul sito www.ilpiemontetivaccina.it (la procedura è molto semplice). Possono essere chiamate dal proprio medico di famiglia se aderisce alla campagna. Se non aderisce, saranno convocate dall’Asl via sms. Queste convocazioni sono già iniziate da alcuni giorni.

VACCINAZIONI CLASSI 60-69

A partire da giovedì 8 aprile, le persone devono fare la preadesione sul sito www.ilpiemontetivaccina.it (la procedura è molto semplice). Possono essere chiamate dal proprio medico di famiglia se aderisce alla campagna. Se non aderisce, saranno convocate dall’Asl via sms. Data la coda presente attualmente, per le altre categorie e classi di età, non c’è ancora una data in cui queste vaccinazioni inizieranno (non sarà comunque a breve).

MEDICI DI FAMIGLIA (medici di medicina generale)

Ciascuno di essi può aderire o meno alla campagna. Se aderisce può vaccinare presso il proprio ambulatorio oppure presso uno dei centri vaccinali dell’Asl. Alcuni medici hanno già iniziato con le dosi fornite direttamente dalla Regione. Saranno loro a chiamare i propri pazienti e a fissare l’appuntamento.

CRITERI DI PRECEDENZA USATI DAI MEDICI DI FAMIGLIA

Le indicazioni generali sono di iniziare con le classi 75-79 anni, proseguendo poi con i 70-74. Essi hanno tuttavia una certa autonomia di comportamento valutando le condizioni complessive di ciascun paziente.

FARMACIE

In Piemonte la convenzione tra farmacie-Regione non è ancora attiva. Al momento non si sa nulla di più preciso.

VACCINAZIONI DA PARTE DI SOGGETTI PRIVATI

Sono escluse dalla legge, quindi è molto consigliabile astenersi anche per ragioni di sicurezza personale.

REAZIONI COLLATERALI

Per tutti i  tipi di vaccino si sono finora registrate nella nostra Asl solo reazioni collaterali  minori (dolore in sede di iniezione, febbre). Di reazioni maggiori (shock anafilattico, trombosi) nessun caso.

PER ALTRE INFORMAZIONI O CHIARIMENTI

La cosa migliore è rivolgersi al proprio medico di famiglia.

Banner Gazzetta d'Alba