Cirio e Icardi: «Il Piemonte oggi ha numeri da zona bianca»

Terzo ponte: la Regione lo includerà nei fondi del Recovery plan

TORINO Dai dati della bozza del rapporto settimanale di monitoraggio del Ministero della salute e Istituto superiore di sanità, che verrà validato domani, nella settimana 17-23 maggio in Piemonte cala ulteriormente l’incidenza dei nuovi casi e la percentuale di positività dei tamponi si riduce passando da 4,5% a 3,2%.
L’Rt puntuale calcolato sulla data di inizio sintomi scende da 0,79 a 0,70.

Sotto soglia, e ulteriormente ridotti, i tassi di occupazione dei letti ordinari (dal 19% al 14%) e in terapia intensiva (dal 22% al 15%).

Calano i focolai attivi, i nuovi e il numero di persone non collegate a catene di trasmissione note.

«L’incidenza media del Piemonte da oggi è scesa sotto la soglia di 50 nuovi casi settimanale ogni 100 mila abitanti», sottolinea il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio insieme all’assessore alla Sanità Luigi Genesio Icardi. «Questo significa che comincia il conto alla rovescia per entrare in zona bianca. Continuiamo a essere prudenti e proteggiamo questo risultato importante».

Banner Gazzetta d'Alba