Giro d’Italia: il presidente Cirio sulla modifica del percorso che non passerà dal Mottarone

Cirio, inaccettabile 20mila cattedre Piemonte vuote

CICLISMO «Ringraziamo Rcs e l’organizzazione del Giro d’Italia per aver compreso subito, fin da ieri mattina, il perché del nostro appello e per averlo accolto nonostante la complessità logistica di modificare in extremis il percorso di una gara di portata internazionale come la Maglia Rosa – sottolinea il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio -. Non salire al Mottarone ci sembrava però un gesto doveroso di rispetto nei confronti delle vittime di questa tremenda tragedia e delle loro famiglie».

Banner Gazzetta d'Alba